Breaking News

BpVi, in pagamento i 9 euro ad azione

Vicenza – E’ stato messo in pagamento per il 19 aprile il corrispettivo dell’offerta di transazione, pari a 192,8 milioni di euro, alla quale hanno aderito 66.770 azionisti (71,9%) della Banca Popolare di Vicenza, portatori del 68,7% delle azioni comprese nell’offerta. Lo ha deciso il consiglio di amministrazione della banca, riunitosi oggi. Come tutti sanno vengono pagati nove euro per azione, a fronte della rinuncia da parte dell’azionista a qualsiasi rivalsa legale verso l’istituto di credito. L’offerta di transazione, rivolta a circa 94 mila azionisti e avviata lo scorso 10 gennaio 2017, si era conclusa alle 3.30 del 28 marzo, dopo una  in seguito alla proroga del termine inizialmente fissato al 22 marzo.

“Saranno anche attivate  – spiega in una nota BpVI – le esclusive condizioni commerciali riservate a quanti hanno aderito all’offerta, descritte nel regolamento e nei rispettivi fogli informativi. A seguito dell’esito positivo dell’offerta di transazione, a partire dall’8 maggio si potrà richiedere di aderire alla Iniziativa Welfare con la quale la banca mette a disposizione degli azionisti in condizioni disagiate un fondo per complessivi 30 milioni di euro”.

“Il fondo – conclude la nota – è un gesto concreto verso le situazioni di impoverimento e grave disagio sociale riguardanti numerosi azionisti risparmiatori della Banca Popolare di Vicenza e mira a ricostruire la fiducia nella banca. La richiesta di adesione a Iniziativa Welfare potrà essere presentata dall’8 maggio al 7 luglio 2017; i termini e le condizioni per aderire sono indicati nel Regolamento di Iniziativa Welfare, disponibile sui siti web e presso le filiali delle banche del gruppo. Si ricorda infine che gli effetti economico patrimoniali dell’offerta di transazione e dell’iniziativa welfare sono già stati recepiti nel progetto di bilancio al 31 dicembre 2016″.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *