Breaking News

“Un incontro per ricordare il passato” a Montecchio

Montecchio Maggiore – “Sogni in tavola” e “Saluti da… ” sono le due mostre che verranno inaugurate domani, venerdì 7 aprile alle 20.30, al Museo delle forze armate 1914-1945 di Montecchio Maggiore, in via del Lavoro, durante una serata dal titolo “Un incontro per ricordare il passato”. A questo evento parteciperà anche il coro alpini di Novale, che proporrà brani d’epoca.

Tornando alle mostre, “Sogni in tavola” è una esposizione, curata da Glauco Angeletti, dei corredi da tavola databili tra inizio Ottocento e inizio Novecento che offre particolare attenzione agli elementi decorativi della tavola e di posate, vassoi, piatti da portata e tovagliati. Il materiale è tutto di produzione artistica italiana tranne le lame di provenienza inglese o tedesca, che sono state comunque montante da artigiani italiani. Tra i pezzi di pregio della mostra ci sono un servizio di posate completo di scatola di legno di produzione inglese; piatti con decorazioni mitologiche marcati Ginori, una alzatina in vetro soffiato veneto di fine Settecento. Gli inizi del XX secolo sono ben rappresentati da un servizio da tè marcato Sheffield ed un servizio di porcellane cinesi dal tipico gusto di inizio Novecento.

“Saluti da…”, propone invece immagini delle zone di Montecchio, Arzignano, Trissino, Chiampo, Tavernelle, Montebello, Schio, Castelgomberto, Thiene, Bassano ed Asiago, di inizio Novecento. Questa mostra farà fare ai visitatori un viaggio visivo indietro nel tempo per osservare, attraverso oltre 160 cartoline d’epoca raccolte negli anni dal collezionista e socio del museo, Fiorello Chilese, parte dell’Ovest vicentino all’indomani della Grande guerra, con scene e architetture oggi dimenticate.

Nel corso della serata sarà anche aperta ufficialmente al pubblico la nuova ala del Museo dedicata ai marinai d’Italia, impreziosita dall’opera murale realizzata dall’artista Moira Linassi, con la collaborazione della Uboldi Editore, dedicata alla corazzata Roma e al suo tragico destino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *