Breaking News

Falso medico agopuntore pizzicato dalla Finanza

Padova – Scoperto a Padova, dalla Guardia di Finanza, un falso medico agopuntore, un uomo di etnia cinese che operava abusivamente, senza avere una laurea in medicina, nè mai sostenuto l’esame di Stato per l’abilitazione alla professione medica, ed ovviamente senza essere iscritto all’ordine dei medici chirurghi o degli odontoiatri. Tutte condizioni indispensabili per l’esercizio della professione medica e dell’agopuntura. “E’ bene, infatti ricordare – fa chiarezza, in una nota, la Guardia di Finanza – che l’agopuntura, al pari della fitoterapia e dell’omeopatia, sono sancite come atto medico e oggetto di attività riservata di esclusiva competenza e responsabilità professionale del medico chirurgo o dell’odontoiatra.

Durante le indagini, fatte anche di appostamenti, i finanzieri hanno avuto modo di osservare un fitto via vai di clienti che entravano ed uscivano dal locale posto al pian terreno di un condominio del quartiere Terranegra, adibito di fatto a studio medico. I successivi accertamenti hanno evidenziato come la clientela di questo falso medico fosse composta da persone di varia estrazione sociale ed occupazione, dallo studente al professionista, per la maggior parte italiani.

Preso atto della situazione, i militari delle Fiamme Gialle hanno perquisito il locale adibito a studio medico e l’abitazione del cinese, rinvenendo e ponendo sotto sequestro medicinali ed unguenti made in China, materiale divulgativo ed oltre 2.500 aghi per la pratica dell’agopuntura. La vicenda ha ora risvolti penali, con una denuncia per l’uomo di “esercizio abusivo della professione medica”, ma sono anche in corso accertamenti sulla sua posizione fiscale dato che il falso medico, negli ultimi anni, non ha mai presentato alcuna dichiarazione dei redditi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *