Breaking News

Espropri Pedemontana, Guarda (Amp): “Vigileremo”

Venezia – “La notizia dei mandati di pagamento emessi dal concessionario Sis a favore degli espropriati a proposito della costruzione della Superstrada pedemontana veneta è importante. Tuttavia, memori dei clamorosi ritardi e del mancato rispetto delle rate che dovevano liquidare gli espropriati, le preoccupazioni rimangono forti: la credibilità del consorzio Sis è talmente compromessa che fino a quando non si comproveranno le transazioni rimarremo vigili”.

È il commento della consigliera regionale Cristina Guarda, di Amp, a proposito dell’annuncio della giunta regionale circa l’emissione di mandati di pagamento per 7 milioni 393 mila euro a favore di 64 ditte espropriate per consentire la realizzazione della Pedemontana veneta.

“C’è inoltre – ha continuato Guarda – un grande punto interrogativo su quanto potrà accadere a metà maggio, quando scadrà un’altra procedura legata agli espropri della primavera 2012. Tra meno di due mesi infatti scadranno i 5 anni, previsti per legge, di occupazione dei terreni espropriati ma non ancora pagati. Se entro la metà di maggio la Sis non salderà questi espropri, si potrebbe quindi parlare di occupazione illecita di terreni e questo potrebbe dare il via ad una serie di cause giudiziarie, con il palpabile rischio che l’opera stessa venga compromessa. Senza contare i rallentamenti e nuovi costi aggiuntivi per ripagare i danni provocati dal comportamento del concessionario, che, per quanto ci riguarda, speriamo non venga più avallato dalla Regione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *