Breaking News

Bassano, torna La Leggenda con le auto storiche

Bassano del Grappa – Le più belle auto della storia stanno già scaldando i motori. Si avvicina infatti un evento dagli gli appassionati di motorismo storico come “La Leggenda di Bassano Trofeo Giannino Marzotto”, gara di regolarità che andrà in scena dal 22 al 25 giugno, riservata a vetture Sport-Barchetta costruite fino al 1960 ed inserita nel calendario internazionale Fiva (Fédération internationale des vèhicules anciens) e Asi (Automotoclub storico italiano). La manifestazione è organizzata, come ogni anno, dal Circolo veneto automoto d’epoca “Giannino Marzotto” che, forte di 55 anni di esperienza, si è recentemente aggiudicato il premio “La Manovella d’Oro Internazionale” quale migliore manifestazione 2016 a livello internazionale.

“Stiamo definendo gli ultimi dettagli – ha spiegato Stefano Chiminelli, presidente del circolo – per far sì che anche questa edizione sia indimenticabile per chi parteciperà e per chi vi assisterà. Abbiamo iscrizioni ben oltre le aspettative, da tutto il mondo, con auto da sogno e di valore storico inestimabile, e proponiamo un percorso che affronterà le più belle strade delle Dolomiti, in un clima di amicizia e di festa che da sempre contraddistingue questo evento”.

Il parterre si preannuncia di prestigio. Anche quest’anno ha confermato la sua presenza il due volte campione del mondo di rally Miki Biasion. Sarà presente anche Paolo Marzotto, presidente del comitato d’onore della manifestazione che annovera, oltre allo stesso Biasion, anche il presidente del museo “Bonfanti Vimar”, Massimo Vallotto, e lo storico e curatore della “Galleria del motorismo, mobilità ed ingegno veneto” Nino Balestra.

Per quanto riguarda il percorso, dopo le verifiche sportive e tecniche del 22 giugno, la partenza del primo concorrente avverrà il 23 giugno, alle 12,30, come ogni anno da villa Cà Cornaro a Romano d’Ezzelino, alle porte di Bassano del Grappa. La prima tappa, lunga circa 200 chilometri, percorrerà la Val Brenta e la Valsugana per poi toccare Baselga di Pinè e Lavis, percorrere la magica Strada del vino dell’Alto Adige, salire al Passo Mendola e scendere a Merano, che dopo l’esperienza dello scorso anno ha voluto riabbracciare “La Leggenda” per inserirla tra gli eventi dei festeggiamenti per i 700 anni della città. A partire dalle 17 le auto sfileranno lungo i portici e in Corso della Libertà e alla sera cena di gala per tutti i concorrenti.

Il 24 giugno la seconda tappa, di 300 chilometri, sicuramente la più impegnativa per auto e piloti. Alle 8,30 la partenza della prima vettura da Merano. La carovana toccherà in successione il Passo San Genesio, Bolzano, Sarentino, il Passo di Pennes, Vipiteno, Bressanone, Plancios e il Passo delle Erbe dominato dal massiccio dolomitico del Sass de Putia, Corvara, Passo Campolongo, Passo Pordoi, il lago di Carezza, Obereggen e il Passo di Pampeago (aperto al transito per l’occasione) ai piedi del maestoso massiccio del Latemar. Un percorso dunque durissimo, che si concluderà a Cavalese, la perla della Val di Fiemme che per la prima volta ospita un arrivo di tappa de “La Leggenda”.

Il 25 giugno la terza e ultima tappa. Si parte alle 8,30 da Cavalese per raggiungere Caldonazzo e salire sull’Altopiano dei Sette Comuni lungo la panoramica Kaiserstrasse, costruita durante la Prima Guerra Mondiale. Si attraverserà tutto l’Altopiano fino ad Asiago e poi si tornerà in pianura e si raggiungerà Bassano del Grappa per il gran finale in Piazza Libertà, il salotto della città dove le vetture in gara si fermeranno per farsi ammirare in tutto il loro splendore. “La Leggenda” si concluderà ufficialmente con il trasferimento dei concorrenti per il pranzo di arrivederci e le premiazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *