Basket, Ragusa batte Schio e porta la serie sull’1-1

Schio – Sconfitta di misura, per 68-71, del Famila Wuber Schio in gara 2 di semifinale playoff. Ieri sera, infatti, dopo quaranta minuti di battaglia al PalaRomare, le arancioni sono state superate dalla aquile biancoverdi della Passalacqua Ragusa. L’appuntamento con la serie, ora sull’1-1, si sposterà in Sicilia, dove sabato 22, alle 20.30, è in programma gara 3. Nell’altra semifinale Lucca ha sconfitto Venezia per 60-56 e ora conduce per 2-0.

Per quanto riguarda la cronaca del match, anche in gara 2 il Famila parte con il piede giusto, ma il 5-0 con il quale apre il primo parziale viene presto annullato dalle biancoverdi, che prima impattano, 5-5, e poi mettono la testa avanti, grazie ad una tripla di Vanloo, e al piazzato di Larkins, 7-10. Sul +1 arancione, 13-12, la Passalacqua prova a scappare, 13-17, ma Schio tiene il passo delle avversarie e chiude il quarto sul 17 pari.

Uno svarione difensivo delle ospiti spiana la strada al terzo tempo di Ress, 19-17. La stessa situazione si ripete poco dopo e la lunga altoatesina va di nuovo a canestro 21-17. Il Famila allunga con la tripla di Anderson, 24-19. Per le siciliane è Formica a rompere il digiuno, 24-19, dopo tre minuti di gioco. In questa fase Schio si mantiene sempre in vantaggio, anche se non riesce a scavare il solco. Sul finire della frazione Ragusa si porta ad una sola lunghezza dalle scledensi, 35-34, ma la veterana Macchi è abile nel ritagliarsi lo spazio per una conclusione pesante che ricaccia indietro le avversarie, 38-34.

Al rientro sul parquet dopo la sosta negli spogliatoi, la partita si fa nervosa e i quintetti in campo giocano al limite del fallo. L’asfissiante difesa arancione ostacola la costruzione delle azioni delle aquile, che forzano più di qualche tiro, senza molto successo. La difesa di Ragusa, invece, concede più ampi spazi alle scledensi, alle quali, però, manca un po’ di lucidità in fase realizzativa. Alla terza sirena, infatti, Schio è ancora in vantaggio, ma di sole cinque lunghezze, 50-45.

In aperura di ultimo parziale, quando Bagnara insacca il -2, 50-48, Anderson va a referto con 7 punti consecutivi, 57-50. Schio sembra aver ritrovato il giusto ritmo per prendere il largo, ma le aquile non mollano e costruiscono un pesante break di 12-2, che vale il sorpasso, 59-62. Anche in questo caso ci pensa Anderson ad aggiustare le cose, con un gioco da tre punti, 62-62, a due minuti dal fischio finale. Il Famila mette la testa avanti con Zandalasini, 64-62, ma Ndour impatta, 64-64 e poi trova anche la tripla del sorpasso, 66-67. Dopo un errore delle arancioni, Larkins appoggia al tabellone il +3, 66-69. Yacoubou accorcia, 68-69, e poi le arancioni interrompono subito l’azione di Ragusa. Il fallo commesso manda in lunetta Ndour, che dalla linea della carità non sbaglia e il suo 2/2 sancisce la vittoria della Passalacqua per 68-71.

Schio: Yacoubou 15, Martinez, Bestagno, Gatti ne, Tagliamento, Anderson 23, Masciadri 2, Zandalasini 6, Sottana 4, Ress 6, Macchi 12

Ragusa: Larkins 8, Consolini 11, Gorini 7, Valerio, Spreafico 3, Formica 8, Bagnara 6, Brunetti ne, Vanloo 9, Ndour 19

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *