Senza storia, in gara 1, il duello tra Yacoubou e Larkins. Nel pitturato il centro arancione ha dominato
Senza storia, in gara 1, il duello tra Yacoubou e Larkins. Nel pitturato il centro arancione ha dominato

Basket, il Famila Schio manda al tappeto Ragusa

Schio – Vittoria importante, ieri sera, del Famila Schio contro la Passalacqua Ragusa, in gara 1 di semifinale di playoff, giocata al PalaRomare con palla a due alle 20.30. La supremazia delle scledensi è stata è stata netta e anche se hanno preso il largo con decisione solo nell’ultimo quarto, sono sempre state brave nel tenere a distanza le avversarie, impedendo ogni loro tentativo di avvicinarsi. L’appuntamento con la seconda partita della serie è in programma mercoledì, sempre alle 20.30, ancora una volta nel fortino arancione.

Per quanto riguarda la cronaca di questo match, servono poco meno di dieci secondi al Famila per far muovere il tabellone. Ci pensa Zandalasini, dalla lunga distanza, 3-0, seguita da Yacoubou, che dalla lunetta, non sbaglia, 5-0. Per le iblee è Ndour ad aprire le danze, 5-2. Dopo il canestro di Larkins, 7-4, il pallino del gioco passa nelle mani delle arancioni che piazzano un primo allungo, 15-4. Gorini mette due liberi, 15-6, ma è ancora Schio a dettare i ritmi. Grazie alle giocate di Anderson, Macchi, Sottana e Masciadri infatti, fa un deciso balzo in avanti. Dall’altra parta del campo sono solo i punti di Ndour a tenere a galla le biancoverdi, 28-11.

Il gioco del Famila è molto fluido, più ingessato e a tratti quasi improvvisato, invece, quello di Ragusa, che scivola così a -20, 45-25. I due canestri in successione di Ndour e di Gorini, 45-29, spingono coach Procaccini al minuto di sospensione. Al ritorno sul parquet, però, la spinta delle siciliane si è già esaurita, tanto che alla pausa lunga il margine delle arancioni è rimasto invariato, 49-33.

Nella ripresa, la reazione della Passalacqua, che tutti si aspettavano, non arriva. Se, infatti, le biancoverdi sono più aggressive in fase difensiva, in attacco le cose non funzionano. Il Famila riesce a trovare migliori soluzioni, ma anche per Schio questo terzo quarto non è dei migliori. Sul 55-39, dopo un fallo tecnico fischiato a Larkins per proteste, la partita si fa sempre più nervosa e lo spettacolo ne risente. Le arancioni sporcano ogni passaggio delle aquile, rendendo molto complicate le loro azioni e alla terza sirena le scledensi conducono per 61-47.

La tripla di Anderson, in apertura di ultimo parziale, vale il 64-47 e anche il primo time out delle aquile. Le parole di coach Recupido danno una scossa alle biancoverdi, che dal -18, 69-51, risalgono a -10, 69-59. In questo che è il momento più delicato della gara, però, le ospiti inanellano una serie di errori e infrazioni banali e così Schio ne approfitta per allungare con Yacoubou, Zandalasini e Sottana per il 78-59 di fine gara che vale anche l’1-0 nel tabellone dei playoff. Nell’altra semifinale Lucca ha battuto Venezia per 77-61.

Schio: Yacoubou 19, Martinez, Bestagno, Gatti ne, Tagliamento, Anderson 15, Masciadri 11, Zandalasini 13, Sottana 11, Ress, Macchi 9

Ragusa: Larkins 6, Consolini 6, Gorini 14, Valerio, Spreafico, Formica 4, Bagnara 8, Brunetti ne, Vanloo 7, Ndour 14

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *