Breaking News
Andrea Marcon
Il direttore d’orchestra Andrea Marcon

La Grande Messa di Bach al Comunale di Vicenza

Vicenza – Uno degli eventi musicali più attesi, penultimo appuntamento della stagione concertistica della Società del Quartetto, al Teatro Comunale di Vicenza, è in programma per lunedì 10 aprile, alle 20.45. Andrea Marcon dirigerà infatti il Coro e orchestra barocca Andrea Palladio nella Messa in Si minore di Johann Sebastian Bach “verosimilmente il più grande capolavoro musicale che il mondo abbia visto”, secondo la bella definizione che ne diede all’inizio dell’ottocento Carl Friedrich Zelter, uno dei più importanti studiosi bachiani di tutti i tempi. Prima del concerto, nel foyer del teatro, ci sarà l’introduzione del musicologo Cesare Galla.

“Monumento sonoro di straordinaria gamma stilistica – sottolineano gli organizzatori -, la Grande Messa è un’icona universale della musica colta occidentale, un sontuoso compendio frutto di una serie di auto-imprestiti risalenti a varie epoche e modellati sapientemente da Bach utilizzando la sofisticata tecnica della parodia, della quale era un sommo maestro. Il nucleo originario del lavoro (il Kyrie e il Gloria) risale al 1733 e Bach volle dedicarlo al nuovo Elettore di Sassonia, Federico Augusto II, con la celata speranza di ottenere in cambio un titolo onorifico. Secondo gli stilemi dell’epoca, Kyrie e Gloria formavano già un’opera compiuta (la cosiddetta Missa), ma 15 anni più tardi,con l’aggiunta del Credo, del Sanctus e dell’Agnus Dei, Bach estese il progetto arrivando alla creazione di una Missa tota”.

Ultimata nel 1749 pochi mesi prima di morire, la Messa in Si minore venne eseguita solo parzialmente durante il Settecento e la prima metà del secolo successivo. Le prime esecuzioni complete delle quali si ha notizia certa sono posteriori alla prima edizione a stampa curata dall’editore tedesco Simrock nel 1845.

Fondata nel 1989 da Enrico Zanovello, l’Orchestra barocca Andrea Palladio (dal 2009 si è aggiunto anche il coro) è un ensemble formato da musicisti che vantano lunghe esperienze concertistiche e che si è subito imposto all’attenzione del pubblico e della critica per l’originalità delle sue scelte musicali. In quasi trent’anni di attività il gruppo ha collaborato con molti musicisti e cantanti del panorama internazionale, producendo anche una serie di registrazioni discografiche, alcune delle quali in prima esecuzione assoluta.

Nella Messa in Si minore, nella quale la vocalità ha una parte fondamentale, le parti solistiche sono affidate ad Alice Borciani (soprano I), Francesca Lombardi Mazzulli (soprano II), Francesca Ascioti (contralto), Baltazar Zuñiga (tenore) e Alberto Spadarotto (basso). Enrico Zanovello è impegnato nei ruoli di assistente musicale e maestro del coro.

Il trevigiano Andrea Marcon è invece uno dei più richiesti direttori d’orchestra italiani degli ultimi anni, soprattutto nel repertorio del seicento e settecento. Dopo gli studi al conservatorio di Castelfranco Veneto, nel 1987 si trasferisce a Basilea dove si diploma in organo, clavicembalo e musica antica, alla prestigiosa Schola Cantorum Basiliensis, dove attualmente insegna. Dieci anni più tardi fonda l’Orchestra barocca di Venezia con la quale ha approfondito il repertorio italiano del settecento, in particolare della scuola veneta, e il patrimonio operistico barocco. Assieme alla sua orchestra, ma anche come direttore ospite, negli ultimi venti anni Marcon si è esibito con grande successo nei principali teatri del mondo. Pochissimi i biglietti ancora disponibili (www.tcvi.it).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *