Breaking News

Arzignano, al lavoro per creare gli orti urbani

Arzignano – Sono iniziati in questi giorni, nel territorio comunale di Arzignano, i lavori per la creazione dei primi orti urbani cittadini, che troveranno spazio vicino all’area verde di via Po, in piena zona residenziale. L’intervento, per il quale si prevede una spesa di circa 27mila euro, si protrarrà per circa due mesi e servirà per realizzare venti orti di forma regolare, ciascuno di circa sessanta metri quadrati.

L’area dove sorgeranno gli orti urbani è pianeggiante, ha un’estensione complessiva di 1728 metri quadrati ed è incastrata sui lati nord-est e sud-ovest tra due file di fabbricati, chiusa a sud-est dal parcheggio di fronte alla pizzeria “Ai due forni” e a nord-ovest dal parco giochi di via Tevere.

La zona sarà delimitata da una recinzione con rete in acciaio plastificato di colore verde, alta un metro e mezzo e ci saranno due cancelli, uno pedonale e l’altro carrabile. Verrà inoltre realizzata un’area dedicata alla raccolta dei rifiuti, con la sistemazione di otto bidoni carrellati da 240 litri per la raccolta differenziata.

Verranno anche installati sette punti di distribuzione dell’acqua. La rete idrica sarà allacciata al contatore già esistente posto a servizio della fontanella del vicino parco giochi. L’impianto è predisposto per la realizzazione, in un momento successivo, di una cisterna di accumulo dell’acqua meteorica proveniente dal vicino scolo che fiancheggia il parco giochi, drenando le acque superficiali provenienti dalla collina. L’impianto potrà così captare le acque accumulate nella cisterna, usando l’acqua dell’acquedotto solo quando necessario.

“Una volta realizzati gli orti – ha spiegato l’assessore ai lavori pubblici, Angelo Frigo Frigo – verrà pubblicato un bando pubblico per l’assegnazione. Inoltre, per far sì che gli orti diventino luogo di socializzazione, l’area è stata dotata di strutture adeguate per permettere la conoscenza e la collaborazione tra i conduttori, vale a dire un cortile comune, un gazebo in legno per il riparo in caso di piogge improvvise e per eventuali momenti di convivialità o formativi, alcune panchine per la sosta e una bacheca per gli avvisi e le iniziative”

“Verrà adottato – precisa una nota del municipio arzignanese – un disciplinare comune per favorire il rispetto reciproco e criteri comuni di conduzione degli orti, con il divieto di utilizzo di fitofarmaci, se non strettamente necessario e sotto il controllo di un responsabile dell’amministrazione. La vicinanza di un bar in prossimità del parco diventa ulteriore occasione di socializzazione ed offre a bisogno la possibilità di accedere ai servizi igienici o di ristorarsi dopo il lavoro nell’orto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *