Un'immagine emblematica: le macerie di Amatrice
Un'immagine emblematica: le macerie di Amatrice dopo il terremoto del 24 agosto scorso

Arcugnano dona due Lavagne Lim ai terremotati

Arcugnano – Un aiuto concreto per le popolazioni colpite dal terremoto, nell’estate scorsa, dal Comune di Arcugnano. C’è stata infatti una raccolta fondi e in particolare l’amministrazione, seguendo l’orientamento dei cittadini, ha scelto di non mettere soldi nel mucchio delle raccolte fondi generiche, ma di acquistare qualcosa che servisse concretamente e subito. “Contattammo quindi il Comune di Tolentino – ha spiegato il sindaco di Arcugnano, Paolo Pellizzari – e chiedemmo cosa serviva. Abbiamo speso quei soldi, quindi, per acquistare due Lavagne Lim, che abbiamo donato alle loro scuole sabato scorso”.

Già pochi giorni dopo quei tragici eventi, nella serata del 16 settembre, il Comune di Arcugnano decise di organizzare una cena per raccogliere fondi. “Quando lanciammo l’idea eravamo un po’ preoccupati – ha sottolineato l’assessore ai lavori pubblici, Michele Zanotto, che per primo propose l’idea – ma poco dopo ci siamo accorti che la solidarietà aveva contagiato gli arcugnanesi. Alla cena di beneficenza parteciparono ben duecento persone e fummo costretti a limitare le iscrizioni perché la palestra non poteva ospitare più gente. In quell’occasione raccogliemmo 4400 euro”.

All’iniziativa partecipò la Pro loco, il Comitato sagra di Arcugnano e quello di Fimon dal 1981. “In passato abbiamo fatto altre iniziative benefiche – è stato ricordato -, ma questa è riuscita particolarmente bene. Hanno partecipato in tanti: negozianti, privati, comitati sagra e  gruppi alpini del paese, come pure l’associazione Dottor Clown, che ha rallegrato la serata e in particolare i bambini”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *