Caravaggio, Deposizione (particolare), 1602-1604. Musei Vaticani, Roma.
Caravaggio, Deposizione (particolare), 1602-1604. Musei Vaticani, Roma.

Anteprima pasquale per il festival Vicenza in Lirica

Vicenza – Sarà in programma anche quest’anno, a fine estate, nella nostra città, il festival  “Vicenza in Lirica”, evento musicale giunto ormai alla sua quinta edizione ed organizzato dalla associazione culturale “Concetto Armonico” con il patrocinio del Comune di Vicenza. La novità di quest’anno è però il fatto che, per la prima volta, ci sarà, in questo periodo, un’anteprima festival, strutturata in tre eventi all’insegna dell’arte pittorica, della musica e del canto. Gli appuntamenti sono distribuiti tra i mesi di aprile e maggio e si terranno nella sede museale di Palazzo Chiericati, al Tempio di Santa Corona e nella Basilica dei Santi Felice e Fortunato.

Tra gli obiettivi che ci si propone con questa scelta, c’è quello di aggiungere offerta culturale al festival vero e proprio, per avvicinare altro pubblico a quello degli appassionati. I primi due incontri sono programmati per giovedì 13 e sabato 15 aprile, inseriti in un percorso coerente con il tema della Pasqua. Il terzo evento, sempre dedicato alla musica sacra ma previsto per il mese di maggio, conclude l’anteprima festival.

Il primo appuntamento, giovedì 13, alle 17.30, nel salone d’onore di Palazzo Chiericati, si intitola “Il cammino di Cristo dal Getsemani al Sepolcro”, è ad ingresso gratuito e consiste in una conferenza curata dalla storica dell’arte Valentina Casarotto, che descriverà attraverso l’arte il cammino di Cristo verso il Golgota. Un racconto umano di sacrificio e dolore divenuto simbolo universale. Spaziando dalla pittura alla scultura, dal Medioevo alla più attuale contemporaneità, la Passione di Cristo viene ripercorsa attraverso opere di intima espressività, icone di profonda pietas e di radicata devozione popolare.

“Passio” è invece il titolo del secondo evento, sabato 15 aprile, alle 17, presso il Tempio di Santa Corona. Al centro ci sarà sempre la Passione di Cristo, ma narrata con brevi scritti e musiche di grandi compositori, quali Bach, Mozart e Mendelssohn. Il concerto è realizzato grazie alla partecipazione della Schola San Rocco di Vicenza, della soprano Giovanna Damian, dell’organista Silvio Celeghin e del direttore Francesco Erle, anche consulente musicale di Concetto Armonico.

Sabato 6 maggio infine, alle 21, la Basilica dei Santi Felice e Fortunato, terzo e ultimo appuntamento dell’anteprima festival, con la partecipazione di Sara Mingardo, una delle rarissime voci di autentico contralto della scena musicale odierna. Accompagnata dall’Accademia degli Astrusi, interpreterà il “Nisi Dominus” di Vivaldi e il “Salve Regina” di Pergolesi. Ai violini Marco Bianchi e Igor Cantarelli, alla viola e viola d’amore Gianni Maraldi, al violone Luca Bandini, alla tiorba Stefano Rocco, al clavicembalo e organ: Daniele Proni, al violoncello e alla direzione Federico Ferri.

Ricordiamo in conclusione che il festival “Vicenza in Lirica” sarà inaugurato il 26 agosto, per concludersi poi il 9 settembre. Come sempre proporrà una rassegna ricca di musica e attività collaterali, con la partecipazione di molti personaggi di fama nel panorama lirico internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità