Breaking News
Sanità, 16,4 miliardi in Veneto per il 2019 e il 2020

Vicenza, la medicina di genere in un convegno

Vicenza – In occasione della Giornata della donna, una delle iniziative organizzate da Cgil e Spi di Vicenza riguarda le donne e la salute. Cos’è la medicina di genere? Perché è importante? Cosa offre il territorio? Sono queste le domande a cui si cercherà di dare risposta nel convegno, patrocinato dal Comune di Vicenza, in programma per lunedì 6 marzo, dalle 9,30 alle 13,00, nell’aula magna dell’Istituito Montagna di Vicenza.

Interverranno la ginecologa Antonella Agnello,  membro dell’associazione ginecologi extraospedalieri e responsabile del progetto “Percorso donna Padova”, la psicologa e psicoterapeuta di Vicenza Maria Luisa Quadri, l’assistente sanitaria Matilde Tomasi, del Servizio di educazione alla salute e screening della Ulss 7 Pedemontana, e Lucia Pavanati, dirigente medico Spisal Ulss 7 Pedemontana.

“Si tratta di un’iniziativa – spiega la Cgil di Vicenza – che ha per tema la salute, con particolare riferimento al genere femminile. Da molti anni ormai la medicina si sta interrogando per capire come le differenze legate al genere agiscono sullo stato di salute e sull’insorgenza e il decorso di molte malattie. Gli uomini e le donne, infatti, pur essendo soggetti alle medesime patologie, presentano sintomi, progressione di malattie e risposta ai trattamenti molto diversi. Da qui la necessità di porre l’attenzione sullo studio del genere, inserendo questa nuova dimensione della medicina in tutte le aree mediche”.

“Come organizzazione sindacale attenta al welfare e ai diritti delle donne – ha sottolineato Marina Bergamin, che introdurrà i lavori, – desideriamo portare il tema all’attenzione della cittadinanza vicentina e, in particolare, di chi è o sarà attore fondamentale nel sistema sanitario locale. Per questo abbiamo scelto di fare l’iniziativa in una scuola, l’Istituto Montagna, e di invitare studenti e studentesse di scuole limitrofe”. Concluderà l’incontro la segretaria generale dello Spi Cgil del Veneto Rita Turati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *