Un momento di una passata edizione della Settimana ecologica di Rosà
Un momento di una passata edizione della Settimana ecologica di Rosà

Rosà, 400 volontari per la Settimana ecologica

Rosà – Fino ad ora sono più di 400 i cittadini di Rosà, tra i quali ben 150 giovani, che, a diverso titolo, hanno aderito alla Settimana ecologica 2017, in programma da sabato primo aprile fino a sabato 8. L’obiettivo di questa iniziativa, organizzata dell’assessorato all’ambiente del comune, in collaborazione con i quartieri, gli alpini e numerose associazioni locali, è quello di dare un contributo attivo all’ambiente, che troppo spesso viene deturpato dalla maleducazione e dalla inciviltà di pochi, aiutando a pulire aree verdi e piste ciclabili ma anche le rogge.

Durante questa Settimana ecologica, il Comune si farà carico di fornire il materiale per la raccolta, vale a dire guanti, pinze, sacchi e sacchetti, e coordinerà, con la collaborazione di Etra, il ritiro di quanto raccolto, depositandolo in luoghi prestabiliti che il lunedì verrà poi prelevato dallo stesso personale di Etra.

“Si tratta – ha sottolineato il sindaco, Paolo Bordignon – di una proposta importante non solo per la pulizia dell’ambiente ma anche come segnale educativo che vogliamo dare tutti assieme, ai giovani in primis”.

“Il Comune di Rosà – ha proseguito, parlando in generale della situazione dei rifiuti – è passato alla raccolta del porta a porta spinto, con un incremento di 3 punti di percentuale (sino all’attuale 77,4%) e con una riduzione, in un solo anno, di produzione pro-capite di secco da 95 a 75 chili ogni anno. Siamo soddisfatti, non ci fermiamo qua ma c’è anche il rammarico per chi abbandona rifiuti. Per questo problema abbiamo attivato, con la polizia municipale, un controllo ferreo ed i primi risultati già si vedono”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *