Pedemontana, Puppato: “Si paga incompetenza di Zaia”

Venezia – “Avevano ampiamente previsto che i veneti avrebbero pagato la Superstrada Pedemontana Veneta due volte, una con la fiscalità generale e una con i pedaggi, la cui esenzione per i residenti è stata solo uno specchietto per le allodole andato subito in frantumi. Quello che veramente non potevamo prevedere era che l’avremmo pagata tre volte, anche con l’incremento irpef. In una vicenda senza capo né coda come questa, non si poteva uscirne che perdenti”.

Lo dice Laura Puppato, che già da capogruppo regionale e poi molte volte da senatrice, aveva criticato le modalità di realizzazione della Pedemontana, avvertendo che i costi sarebbero esplosi ai danni dei cittadini. “Quando dicevamo in Consiglio – ha detto ancora –  che le promesse e le chiacchiere a vuoto non avevano corrispondenza con documenti e dati, non eravamo della Cassandre anzi avevamo visto molto più lontano della Regione nonostante non potessimo accedere ai documenti secretati. Al tempo presentai al Presidente Zaia ben 8 richieste di accesso agli atti per visionare il contratto, tutte respinte “.

“Vorrei poter parlare solo di incompetenza e incapacità – conclude la senatrice del Pd -, ma purtroppo questo buco nasce dal voler favorire certi interessi con un’opera faraonica e che ha moltiplicato in maniera esponenziale i costi e che segna come un fil rouge le esperienze fallimentari delle giunte Galan e Zaia”.

Un commento

  1. Francesco Cecchini

    Puppato un caso eclatante di ipocrisia politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *