Breaking News

Ulss 7, Orsi: “Si collabori a tutela dei servizi”

Schio – Nuova assemblea pubblica, dopo quella organizzata dall’amministrazione comunale di Schio il 2 marzo, ieri sera, sul tema della neonata Ulss 7 Pedemontana, frutto della fusione delle Ulss 3, Bassano, e 4, Alto Vicentino, in seguito alla riforma della sanità veneta. Alla serata, promossa dal Partito Democratico scledense, hanno partecipato Stefano Fracasso, presidente del gruppo consiliare PD della Regione Veneto e Luigi Dal Sasso, presidente regionale della Confederazione nazionale medici ospedalieri.

“Nel corso di questo appuntamento – ha commentato il sindaco di Schio, Valter Orsi – è emerso che le scelte fatte dai sindaci dell’ex Ulss 4 Alto Vicentino sono state più che ponderate e che lo scenario che si prospetta non è certo quello di un impoverimento dei servizi, per quanto riguarda le prestazioni sanitarie dell’Ospedale di Santorso”.

“Gli stessi consulenti del Partito Democratico – ha continuato – si sono espressi nei termini di tacitare quelle voci che vedrebbero il nuovo assetto della nostra sanità diretto verso una inevitabile catastrofe, voci che i rappresentanti locali del PD contribuiscono ad alimentare e a diffondere. Se c’è una preoccupazione condivisa, che è quella di monitorare l’andamento dei servizi post ospedalieri, c’è anche una risposta che il nostro consiglio comunale ha dato in questi giorni, approvando la costituzione di un’apposita commissione consiliare di studio e ricerca, che abbia l’obiettivo di vigilare sulla qualità dei servizi socio sanitari a seguito della riorganizzazione delle Ulss vicentine”.

“In conclusione – ha sottolineato Orsi – invito tutti a fare uno sforzo per ridurre le occasioni di visibilità personale e a fare invece massa critica in un lavoro di squadra che vada dritto allo scopo: tutelare i servizi alla cittadinanza del nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *