Breaking News

Notte di controlli per i carabinieri di Schio

Schio – Dieci pattuglie dei carabinieri di Schio, due della polizia locale scledense ed una unità cinofila della Guardia di finanza di Vicenza sono state impegnate, ieri sera nella zona di Schio, in una attività di pattugliamento delle aree più sensibili sia in materia di reati predatori sia dal punto di vista del controllo di luoghi di aggregazioni notturni.

L’attenzione dei militari è stata rivolta, in particolar modo, al controllo della rete stradale e delle persone sottoposte agli arresti domiciliari o a misure di prevenzione o sicurezza, per accertare il rispetto degli obblighi imposti dalle rispettive prescrizioni. Nello specifico le persone identificate sono state più di novanta ed i veicoli controllati tredici, con la contestazione di alcune violazioni amministrative.

Nelle vicinanze di due locali di Schio e di Santorso, poi, gli uomini dell’arma hanno controllato alcune persone note alle forze dell’ordine per precedenti vicende giudiziarie e di polizia ed entrambi gli esercizi pubblici sono stati sanzionati per aver somministrato alcolici oltre l’orario consentito.

Sempre ieri sera, inoltre, tre giovani stati trovati in possesso di 15 grammi di marijuana, di 750 euro in contanti in banconote di piccolo taglio, e di materiale che i militari ritengano possa essere usato per il confezionamento delle dosi di sostanza stupefacente. I tre, un 22enne di Schio, un 21enne di Malo ed un ragazzo di 25 anni di Dueville sono stati denunciati alla magistratura berica.

L’attività dei militari è continuata anche questa mattina, ed ha avuto come focus il contrasto del fenomeno delle truffe negli esercizi commerciali. Il titolare di una impresa che si occupa di affitto di furgoni e di materiale edile con sede nella zona industriale di Schio si è infatti rivolto ai carabinieri perché aveva notato qualcosa di strano nel comportamento di un modenese di 40 anni, che lo aveva contattato per l’affitto di un mezzo Fiat Daily.

Dalle verifiche effettuate, i militari hanno appurato che negli ultimi tre mesi l’uomo in questione era stato denunciato più volte perché accusato di truffe e di appropriazioni indebite di vario materiale e diversi automezzi. È emerso che il 40enne è ricercato dalle forze dell’ordine nell’intero territorio nazionale e, proprio per questo, si stanno compiendo ulteriori approfondimenti investigativi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *