Breaking News
Tenta di svuotare la cassa di un bar. Arrestato

Non rispetta i domiciliari. Un arresto a Lonigo

Lonigo – Ancora un arresto per il mancato rispetto degli arresti domiciliari. Questa volta è successo a Lonigo. Lunedì, i carabinieri leoniceni avevano arrestato un giovane, Rachid Ben Baa, marocchino 26enne, già gravato da numerosi precedenti di polizia giudiziaria, con l’accusa di tentata rapina impropria e tentato furto aggravato. E un paio di giorni fa il ragazzo, che si trovava agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida, è stato arrestato di nuovo, sempre dai carabinieri di Lonigo, questa volta con l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari.

Secondo quanto è stato ricostruito dagli uomini dell’arma, infatti, nel corso della notte tra martedì 7 e mercoledì 8 marzo, Ben Baa sarebbe uscito di casa per ben due volte, violando in questo modo gli obblighi imposti dalla misura dei domiciliari. In entrambe le occasioni, però, le sue uscite fuori programma non sono sfuggite ai militari, che lo hanno rintracciato. La prima volta era stato denunciato in stato di libertà e riaccompagnato nel suo appartamento, mentre dopo il secondo episodio, avvenuto a poche ore di distanza dal primo, i Carabinieri hanno proceduto all’arresto.

Ieri mattina il 26enne è stato condotto davanti al giudice, che ha disposto la detenzione in carcere a proposito delle accuse di tentata rapina impropria e de tentato furto aggravato ed ha pure determinato la condanna ad otto mesi per gli episodi di evasione dagli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *