Marostica, in mostra i quadri di Tessarolo

Marostica – Sarà ospitata nel Castello inferiore di Marostica la mostra del pittore bassanese Girolamo Tessarolo, dal titolo “Da tanta parte dell’ultimo orizzonte…” che verrà inaugurata sabato primo aprile. Gia dal titolo si capisce che la mostra nasce da una ispirazione poetica, ovvero dai versi di Giacomo Leopardi e, linea guida dell’evento, che è proposto dall’assessorato comunale alla cultura, sarà il più noto tra i componenti del poeta di Recanati, “L’infinito”.

Girolamo Tessarolo è nato nel 1946, a Bassano del Grappa. Nel 1960 intraprende studi tecnici, ma la svolta avviene nel 1964 quando inizia a dipingere, ospite di uno zio a Lucerna, in Svizzera. L’arte resterà per lui, a lungo, un semplice hobby, ma nel 2011, all’età di 65 anni, riceve la proposta di allestire una mostra, nella chiesa di San Marco a Marostica, nella quale ottiene un buon successo.

Per quanto riguarda lo stile pittorico, Tessarolo si stacca dalla schiera dei moderni. I suoi dipinti ci parlano di spazi vasti, i cui colori scandiscono un ritmo allo sguardo e lo accompagnano verso un abbandono totale, esattamente come nella poesia leopardiana che affianca le opere esposte.

La mostra vuole presentarsi come un viaggio della mente verso quell’ambiente infinito e quella bellezza naturale che è impossibile da cogliere attraverso la ragione, ma che è percepibile attraverso l’arte. La tecnica usata dal pittore predilige colori accentuati e linee dinamiche per catturare paesaggi reali e astratti.  Interverrà all’inaugurazione anche il direttore del museo Canova di Possagno, Mario Guderzo. L’esposizione sarà visitabile fino al 18 aprile, tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 20.30. L’ingresso è libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità