Arte, Cultura e Spettacoli

“Il malato immaginario” al Teatro Astra di Schio

Schio – Un grande classico della letteratura e della prosa al  Teatro Astra di Schio. E’ “Il malato immaginario” di Molière che andrà in scena venerdì 24 marzo nell’adattamento e la regia di Ugo Chiti. Lo spettacolo ha ottenuto un notevole successo di critica e ampio consenso dal pubblico. “Dopo trent’anni di attività – spiega una nota del teatro civico scledense -, dopo aver segnato con alcune produzioni di grande successo, su testi di Chiti, il cammino della drammaturgia italiana contemporanea, la compagnia Arca Azzurra Teatro si rivolge ora a un autore universalmente noto e a una di quelle rare commedie divenute ormai qualcosa di più di un classico: un vero e proprio capolavoro”.

Come tutti sanno, “Il malato immaginario” è l’ultima irridente commedia di Molière, che morì proprio dopo una recita. Lo spettacolo che la compagnia toscana porta in scena è una farsa intrisa di realismo “dove i personaggi – si legge ancora nella nota – si muovono occhieggiando alla commedia dell’arte senza tralasciare la natura più umana di figure inquiete, caratteri teatrali che sfiorano il tragico con un ghigno divertito di maschere comiche”.

Protagonista è l’ipocondriaco Argante che, credendosi segnato nel fisico ed esposto a ogni malattia, vive di continuo tra medici e medicine. Per assicurarsi cure più assidue, vorrebbe costringere la figlia Angelica a sposare lo sciocco e pedante Tommaso Diarroicus, figlio del suo dottore. Vivacizzato da una violenta satira nei confronti della classe medica nasce così un intreccio drammatico il cui motore è rappresentato dalla serva Tonina, la quale riuscirà con l’astuzia non solo a spingere Angelica tra le braccia dell’amato Cleante, ma anche a svelare l’amore interessato che la seconda moglie Becchina ostenta per Argante. Dalle note del regista Ugo Chiti:

“Testo ambiguo – scrive Ugo Chiti nelle note di regia – che dietro l’inossidabile, perfetta macchina teatrale, sembra occultare il tema portante; commedia sì sulla delusione medica ma forse, ancora più presente è la disamina sull’uomo vinto dalle illusioni”. La Fondazione Teatro Civico ha promosso una speciale promozione sui biglietti di platea per i docenti, gli studenti degli istituti scolastici scledensi e gli under 30. Per informazioni e biglietti: info@teatrocivicoschio.it, www.teatrocivicoschio.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button