Arte, Cultura e Spettacoli

Si è concluso il festival teatrale Maschera d’oro

Vicenza – È l’Accademia Francesco Campogalliani di Mantova la vincitrice del 29esimo Festival nazionale “Maschera d’Oro”, kermesse del teatro amatoriale italiano organizzata da Fita Veneto (Federazione italiana teatro amatori), in collaborazione con la Regione, il Comune di Vicenza e la Confartigianato provinciale, e con il patrocinio di Provincia e Ministero dei Beni culturali. Con lo spettacolo “Il trigamo”, di Piero Chiara, per la regia di Maria Grazia Bettini, la formazione lombarda ha avuto la meglio, al rush finale, sulla salernitana Avalon Teatro, con “Le voci di dentro”, di Eduardo De Filippo, regia di Gerry Petrosino, e sui trevigiani Amici del Teatro Roncade, con “Otto donne”, di Robert Thomas, per la regia di Alberto Moscatelli.

La cerimonia di premiazione c’è stata ieri sera, sabato 25 marzo, al Teatro San Marco di Vicenza. Grande soddisfazione, naturalmente, in casa Campogalliani, alla quarta vittoria al festival, dopo i successi ottenuti nel 2002, 2003 e 2013. Per lei, ora, si aprono anche le porte del Teatro Olimpico, sul cui palcoscenico potrà esibirsi, sabato 27 maggio, grazie al Premio Faber Teatro, messo in palio da Confartigianato Vicenza.

Questi gli altri riconoscimenti assegnati: migliore regia, Alberto Moscatelli (Amici del Teatro Roncade); attore, Gigi Mardegan (Il Satiro – Treviso); attrice, Sara Tomasucci (La Piccola Ribalta – Pesaro); attore caratterista, Salvatore Illegittimo (Avalon); attrici caratteriste, Francesca Campogalliani, Loredana Sartorello e Gabriella Pezzoli (Campogalliani); giovane, Chiara Becchimanzi (Luna Nova – Latina); allestimento, Amici del Teatro Roncade; gradimento del pubblico, Il Satiro di Treviso per “La locomotiva” di Roberto Cuppone.

Nel concorso di critica “La Scuola e il Teatro”, riservato agli studenti delle scuole superiori, va registrato l’en plein del Liceo scientifico “Quadri” di Vicenza: vittoria di Chiara Caucchiolo della IV Esc, seguita da Leonardo Rossi della V Csa e da Annalisa Righele della II Fsa. Infine, Premio Renato Salvato all’impegno per il teatro ad Annalisa Carrara, direttrice artistica del Civico di Schio. Dopo le premiazioni, La Bottega dei RebArdò di Roma si è esibita nello spettacolo “Ben Hur” di Gianni Clementi, per la regia di Enzo Ardone, sul palco con Monica Biagini e Sandro Calabrese. Lunghi applausi del pubblico per un lavoro che sa disegnare, con ironia e acutezza, le contraddizioni della nostra società.

Condotta dalla giornalista Elisa Santucci, la serata è stata aperta dalla lettura di alcuni passaggi del messaggio dell’attrice Isabelle Huppert, testimonial della Giornata mondiale del Teatro, che si celebra il 27 marzo ed alla quale anche Fita Veneto ha aderito.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button