lunedì , 1 Marzo 2021

Energia elettrica gratis. Un arresto a Rossano

Rossano Veneto – È stata una segnalazione di un cittadino, mercoledì, a dare il via alle verifiche dei carabinieri della Stazione di Rosà, che si sono poi concluse ieri, con l’arresto di Mohamed Amine Taoufiq, un marocchino di 31 anni, domiciliato a Rossano Veneto, accusato di furto aggravato di energia elettrica. Nel pomeriggio del primo marzo, ai militari è stata infatti avanzava l’ipotesi di un probabile furto di corrente elettrica ai danni di un vicino, un cittadino italiano che si trova condizione di difficoltà fisica e psichica a seguito di un ictus. I carabinieri si sono mossi subito per le verifiche del caso.

Gli uomini dell’arma hanno constatato che nell’appartamento del 31enne era attiva l’energia elettrica, nonostante egli risultasse in morosità. I controlli si sono così spostati nella zona dei contatori della luce, dove è stato trovato, camuffato ad arte, un allacciamento abusivo sul contatore della persona invalida, la quale, proprio in conseguenza delle sue condizioni di salute, non si sarebbe resa conto di quanto stava accadendo. Dopo l’arresto, Taoufiq è stato accompagnato in una delle camere di sicurezza del Comando della compagnia rosatese, in attesa del rito direttissimo, che dovrebbe tenersi oggi, venerdì 3 marzo.

“Anche in questo caso – sottolinea una nota dell’Arma – per la soluzione della vicenda è stato fondamentale l’immediato ricorso ai Carabinieri da parte del cittadino, che ha permesso di indirizzare l’azione repressiva nella giusta direzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità