Breaking News

Con Open City Thiene è a portata di clic

Thiene – Si scrive Open city, ma si legge Mappa interattiva delle attività e dei servizi territoriali. È una nuova piattaforma intersettoriale del Comune di Thiene (raggiungibile a questo link), realizzata con il supporto informatico della società Pasubio tecnologia, che permetterà a tutti, cittadini, turisti, addetti ai lavori, imprenditori, esterni, di avere, in sintesi, la città a portata di clic.

“Accedendo al servizio web – spiega una nota di presentazione – si potranno consultare gli oggetti territoriali geografici di cui è composta la complessa struttura organizzativa dell’ente e dei servizi”. Semplificando un po’, gli utenti possono interrogare il portale per ottenere, in autonomia, tutte le indicazioni delle quali hanno bisogno. La quantità di informazioni che questo strumento è in grado di fornire, attingendo a diverse banche dati, è davvero notevole.

Gli undici contesti urbani presenti (tra i quali ortofoto, territorio, aspetto urbanistico, viabilità, sport, istruzione e cultura, sanità) consentono di reperire notizie utili sulla suddivisione della città in quartieri e circoscrizioni, sulle piste e i percorsi pedonali e ciclabili, sulla dislocazione di scuole, isole ecologiche, strutture sportive, sedi delle associazioni e uffici pubblici. E ancora, tramite la piattaforma sarà possibile conoscere dati aggiornati su parcheggi, proprietà comunali, info catastali, piano di protezione civile e tanto altro ancora.

Il portale, gratuito e senza necessità di registrazione, è accessibile tramite l’home page del sito del Comune di Thiene e presenta tre sezioni. La prima consente una libera consultazione ed estrazione dei dati, la seconda contiene una guida alla consultazione (ora in allestimento) e, infine, cliccando sulla terza, sarà possibile contribuire al miglioramento del servizio, segnalare imprecisioni o indicando suggerimenti. A fine mese, il comune sarà premiato al Salone Smau di Padova, nella sezione “Casi di successo nella pubblica amministrazione”, proprio per l’applicativo Open city.

“Le informazioni – ha spiegato il capoprogetto Imerio Zordan – hanno una struttura gerarchica. Innanzitutto viene offerta una scheda sintetica. Questa contiene dei link, consultando i quali si possono avere notizie sempre più dettagliate e puntuali, grazie al collegamento tra la parte descrittiva e quella geografica, la mappa”.

“Lo sforzo fatto – ha aggiunto il direttore di Pasubio tecnologia, Nicola Marolla – è stato quello di lavorare per restituire l’ampia mole di notizie presenti in comune, che magari erano anche gestite da più soggetti diversi, in un modalità che sia accessibile a tutti, in pochi e intuitivi passaggi”.

“È stata – ha sottolineato Laura Locci, presidente del Consiglio di amministrazione di Pasubio tecnologia – una collaborazione davvero proficua quella tra la società e il Comune, che ha dato come risultato un prodotto semplice, che può essere usato come fondamentale strumento di comunicazione e di informazione a diversi livelli”.

“Il progetto – ha concluso Giampi Michelusi, assessore all’innovazione tecnologica – ha visto la luce in un arco temporale di circa sei mesi di lavoro ed ha impegnato tutti gli uffici comunali. Si tratta di un ampliamento a 360 gradi dei classici Sit, Sistema informativo territoriale, presente in tutta Italia”.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *