Breaking News
Fiori di zafferano
Fiori di zafferano

Cassola, lo zafferano va a ruba, ma è un furto

Cassola – Un furto “alla milanese” è stato scoperto e sventato nella serata di ieri dai carabinieri dell’aliquota radiomobile di Bassano del Grappa, all’esterno dell’ipermercato Tosano di Cassola. Alla milanese perché si è trattato di una ruberia culinaria che ha avuto come obiettivo ben 130 confezioni di zafferano, preziosa spezia che alle nostre latitudini è nota soprattutto per essere alla base del famoso risotto giallo, primo piatto caratteristico della tradizione meneghina.

Tornando a quanto accaduto, a finire in manette con l’accusa di furto aggravato è stato Ionel Tecaru, un uomo rumeno di 38 anni proveniente dal torinese, già pregiudicato per reati contro il patrimonio. Secondo quanto è stato ricostruito, al momento di oltrepassare le casse, il sistema antitaccheggio del negozio si sarebbe messo a suonare. Un fatto che avrebbe richiamato l’attenzione del personale addetto alla vigilanza, che ha provveduto a fermare l’uomo.

Ad occuparsi della perquisizione del 38enne sono stati i carabinieri. Proprio loro avrebbero scoperto l’ingegnoso accorgimento usato per tentare il furto. Sotto i vestiti, infatti, Tecaru aveva indossato un costume da bagno da donna, all’interno del quale avrebbe nascosto le 130 confezioni di zafferano, il cui valore ammonta a circa 600 euro. Da qui l’accusa di furto aggravato. Tecaru è quindi accompagnato in una camera di sicurezza della Compagnia di Bassano, in attesa del rito direttissimo previsto già per oggi, venerdì 3 marzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *