Bassano-Venezia 1-2. Fanno festa i lagunari

Bassano del Grappa – Era una specie di missione impossibile per il Bassano quella di ieri sera, ovvero il derby  contro la capolista Venezia, ed infatti non è riuscita. I lagunari si sono aggiudicati l’incontro, allo stadio Mercante, nel posticipo della trentesima giornata del campionato di calcio di Lega Pro. Sono sempre più soli in vetta ora, con otto punti di vantaggio sulla seconda, il Padova, ed hanno messo una seria ipoteca sul passaggio in serie B. Quanto al Bassano, si lecca le ferite, comunque consapevole di aver affrontato i primi della classe a viso aperto e di aver dato del filo da torcere.

Il Venezia è andato subito in vantaggio, dopo soli sette minuti di gioco, con Modolo, che gira in rete di testa un calcio d’angolo battuto da Garofalo. Per i padroni di casa, dunque, un inizio in salita, ma non si perdono d’animo, ci credono e cercano quel pareggio che però arriverà solo negli ultimi minuti della partita, immediatamente seguito dal secondo gol che dà la vittoria ai lagunari allenati da Filippo Inzaghi.

Tornando al primo tempo, dopo il vantaggio iniziale del Venezia, i giallorossi cercano di raddrizzare la situazione con Minesso, più volte, soprattutto quando alla mezz’ora l’attaccante lascia partire un rasoterra velenoso che esce di poco. Qualche minuto dopo anche Maistrello, con un bel tiro al volo, mette paura al Venezia e fa sperare che il pareggio sia nell’aria. Ma si va al riposo sullo 0-1 e la ripresa è decisamente meno spettacolare e ricca di occasioni della prima frazione di gioco.

La situazione si sveglia solo nel finale. Arriva innanzitutto il gol del Bassano: c’è un tiro cross di Candido, ed è proprio l’autore del gol veneziano, Modolo, che è sulla traiettoria, a lisciare il pallone che s’insacca. E’ l’1-1, ma non è finita poiché il Venezia trova la via del gol che vale la vittoria. Lo segna Falzerano, in pieno recupero, toccando in rete sugli sviluppi di un calcio d’angolo. E domenica prossima ci sarà un altro derby di fuoco, con il Padova, allo stadio Eguaneo…

Bassano Virtus: Bastianoni; Formiconi, Pasini, Bizzotto, Stevanin (dal 66′ Crialese); Zibert (dal 60′ Tronco), Gerli (dal 77′ Ruci), Laurenti; Minesso, Maistrello, Candido. A disposizione Rossi, Piras, Trainotti, Bernardi, Soprano, Bortot, Mazzon. Allenatore Valerio Bertotto

Venezia: Facchin; Zampano, Cernuto, Modolo, Garofalo; Falzerano, Bentivoglio, Soligo; Moreo (dal 80′ Fabris), Geijo (dal 67′ Ferrari), Fabiano (dal 71′ Malomo). A disposizione Galli, Tortoro, Sambo, Pellicanò, Stulac, Caccavallo, Acquadro, Vicario, Camerlengo. Allenatore Filippo Inzaghi

Marcatori: 7′ Modolo (V), 86′ Candido (B), 94′ Falzerano (V)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *