Breaking News

Basket, il Famila Schio vince il derby con Venezia

Schio – Si chiude con una sudata vittoria, per 70-64, la stagione regolare del Famila Wuber Schio nell’86 campionato di serie A1 di basket femminile. Pur senza la solita fluidità di gioco, le arancioni sono infatti riuscite ad aggiudicarsi il derby veneto con l’Umana Reyer Venezia. Inoltre, in virtù della sconfitta della Gesam Gas Lucca, caduta sul campo di San Martino di Lupari, le scledensi affronteranno la seconda fase del torneo (con inizio il 4 aprile) da capolista della classifica.

Passando alla cronaca dell’incontro delle 18, per un paio di minuti sul parquet del PalaRomare regna l’equilibrio, ma poi, sul 4-4, le padrone di casa imprimono un’accelerata ad un match fino ad ora non molto emozionante. Grazie ai centri di Zandalasini e di Anderson, ben servita dalle compagne nel pitturato, le scledensi balzano a +10. 14-4. Il piazzato di Walker interrompe il digiuno delle lagunari, 14-6, ma dall’altra parte del campo, Sottana ripristina la doppia cifra di vantaggio, 16-6. Sul 16-9, poi, un altro monologo arancione, costruito da Howard e da Anderson, chiude il primo quarto sul 21-9.

Una conclusione pesante di Walker lima il passivo orogranata, 21-12, ma le campionesse d’Italia in carica riprendono a correre, raggiungendo il +13, 27-14. La reazione della Reyer non si fa attendere. Con una tripla di Favento, e quattro tiri liberi, il ritardo delle ospiti si riduce, 27-21. L’Umana non finalizza l’extra possesso, conseguenza del fallo antisportivo fischiato a Sottana, ma nemmeno il Famila sfrutta appieno gli errori delle avversarie e, per i minuti che restano, il divario tra le formazioni oscilla tra le 5 e le 8 lunghezze, senza che nessun quintetto riesca ad imporsi. Alla seconda sirena, le arancioni conducono per 38-30.

Alla ripresa delle ostilità dopo la sosta negli spogliatoi, un arresto e tiro di Sottana, ripristina il +10, 40-30. Al mini break delle leonesse, 40-35, le scledensi rispondono a tono, con un 8-2, che vale il 48-37 del sesto minuto. Misero il bottino (3 punti) raggranellato dall’Umana nella parte finale di questa terza frazione. Più consistente, invece, quello delle arancioni, che con cinque punti di Anderson (a quota 24 personali fino ad ora) e due di Zandalasini, vanno all’ultimo mini intervallo avanti di 15, 55-40.

È confuso il gioco di Schio nelle prime fasi dell’ultimo periodo. Fontenette ruba due volte la palla e va fino in fondo, 55-44. Coach Procaccini, corre ai ripari con un minuto di sospensione per riorganizzare il gioco delle sue ragazze. Al ritorno sul parquet, però, Walker fa avanzare ancora le veneziane, 55-47. Il primo canestro del Famila, che porta la firma di Howard, arriva dopo più di cinque minuti, 57-50. E dopo altri due giri di lancette, anche Sottana buca la retina, 60-50. Due triple di Carangelo tengono vive le speranze delle lagunari, 64-59. Gli ultimi sessanta secondi della partita sono infiniti. I tecnici delle due squadre sfruttano tutti i time out a disposizione e il gioco è spezzettato dai continui falli tattici, ma alla fine, a prevalere sono le arancioni, che forti del 6/6 dalla linea dei liberi, si aggiudicano il derby veneto per 70-64.

Schio: Martinez ne, Howard 5, Bestagno, Gatti 4, Tagliamento 3, Anderson 26, Masciadri 2, Zandalasini 4, Sottana 13, Ress, Macchi 13

Venezia: Micovic 5, Melchiori, Carangelo 17, Sandri, Cubaj, Ruzickova 3, Dotto, Fontenette 20, Walker 16, Favento 3

Ecco gli altri risultati dell’undicesima giornata:

  • Vigarano – Broni 60-66
  • Battipaglia – Ragusa 44-70
  • Napoli – Torino 93-83
  • San Martino di Lupari – Lucca 70-65
  • Umbertide – La Spezia 59-57

Classifica: Schio e Lucca 36, Venezia 34, San Martino di Lupari 32, Ragusa 30, Napoli 28, Umbertide 20, Vigarano, Torino e Broni 12, Battipaglia 8, La Spezia 4

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *