Sport

Basket, il Famila Schio strapazzato da Ragusa

Ragusa – Giornata no, quella di ieri, per il Famila Wuber Schio che, in serata, è stato travolto dalla Passalacqua Ragusa con il risultato di 78-52 nell’anticipo dell’ottava giornata di ritorno del massimo campionato di basket femminile. Un match, quello delle 21, durante il quale, tralasciando le fasi iniziali, le scledensi hanno sempre dovuto inseguire le avversarie, mostrando non poche difficoltà in fase di costruzione di gioco.

È un Famila contratto quello che scende sul parquet del PalaMinardi. Di fronte, invece, si trova una Passalacqua molto determinata tutt’altra squadra rispetto a quella che appena una settimana fa è stata strapazzata da Lucca nelle semifinali di Coppa Italia. Tornando alla gara delle 21, dopo l’iniziale 2-2, frutto di uno scambio di battute tra Consolini e Anderson, Ragusa, infila un break di 6-0, che vale l’8-2 del terzo minuto. Il gioco delle arancioni è un po’ confusionario e coach Procaccini mescola più volte le carte per cercare di azzeccare la formula giusta. Anderson e Zandalasini ricuciono, 11-8, ma Spreafico riallunga, 14-8. Solo sul finire del periodo, le scledensi riescono a limare il passivo e ad andare alla prima mini pausa in svantaggio di 3 punti, 18-15.

L’arresto e tiro di Sottana sancisce il -1, 18-17. Stessa situazione si ripete dopo il canestro di Bestagno, che sfrutta nel migliore dei modi una dimenticanza difensiva delle biancoverdi, 20-19. Una scatenata Consolini firma però il parziale di 7-0 con il quale le aquile spiccano il volo, 27-19. Anderson e Macchi trovano punti importanti per tenersi a contatto, 27-23. Ragusa, con il suo gioco veloce, torna s sfiorare la doppia cifra di vantaggio, 33-24. Schio recupera terreno grazie ai piazzati di Sottana e di Martinez, 33-28, ma l’ultima parola della frazione la dice Vanloo, che trova il fondo della retina dalla lunga distanza, 36-28.

Nella ripresa il Famila scivola a -12, 40-28, poi però Zandalasini, Martinez e Anderson costruiscono un bel break di 8-0 che riporta le scledensi in partita, 40-36. Altro strappo, questa volta di Ragusa, che con un controparziale di 7-0 ripristina le distanze, 47-36. Negli ultimi 90 secondi, sul -10, 51-41, in campo si vedono solo le biancoverdi, che vanno a bersaglio con Formica e Larkins, molto cercata dalle compagne dentro l’area, per il -17, 58-41, del trentesimo minuto.

Sulla scia del finale del quarto precedente, anche nei primi minuti dell’ultimo periodo, a giocare sono solo le siciliane, che dal 58-41 balzano in un amen al 64-41. Coach Procaccini è dunque costretto ad un time out. Al ritorno sul parquet, però, Consolini finalizza un gioco da tre, portando a 26 le lunghezze di vantaggio delle padrone di casa, 67-41, dopo appena tre minuti in campo. La Passalacqua forza qualche conclusione e il Famila ne approfitta per assottigliare il passivo, 69-46, ma la partita non ha più nulla da dire. Le padrone di casa abbassano i ritmi e giocano con il cronometro. Per Schio è solo Sottana a far avanzare il tabellone, fino al 78-52 con il quale si chiude questo match, assolutamente da dimenticare per le arancioni.

Ragusa: Larkins 18, Nicholls 9, Consolini 15, Gorini 11, Valerio, Spreafico 6, Formica 11, Bagnara, Brunetti 2, Vanloo 6

Schio: Martinez 3, Bestagno 7, Gatti 2, Miyem, Tagliamento 1, Anderson 16, Masciadri 2, Zandalasini 5, Sottana 9, Ress 2, Macchi 5

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button