Breaking News

Basket, Famila Schio ok, anche Lucca ko

Schio – Il Famila Schio si è aggiudicato il recupero della nona giornata di ritorno del massimo campionato di basket femminile, giocato ieri sera, a Schio, contro la Gesam Gas Lucca. Le arancioni si sono imposte sulle toscane, non senza faticare, con il risultato di 74-61, annullando quindi il -8 dell’andata. In virtù di questo fatto, in caso di conclusione della stagione regolare a pari punti con le biancorosse, le ragazze di coach Procaccini si troverebbero comunque in vantaggio.

Retine inviolate, al PalaRomare, nei primi due minuti del quarto d’apertura. Poi Schio infila tre canestri in quaranta secondi, che valgono il 6-0 e il primo time out chiesto da coach Mirko Diamanti. La Gesam non riesce a sbloccarsi e continua a litigare con il canestro, tanto che al sesto minuto il Famila conduce per 11-1. Le biancorosse cominciano ad ingranare, ma sono tenute a galla solo da Harmon, autrice di 8 dei 9 punti delle toscane del 18-9. Il nervosismo in campo è palpabile e contatti in campo sono al limite del regolamento. Wojta e Harmon limano ancora il passivo, ma non vanno oltre il 20-14 della prima sirena.

Le biancorosse sono attente in difesa e vanno alla caccia di ogni pallone, ma in attacco le cose non vanno, complice anche il buon lavoro difensivo delle arancioni. La partita procede a strappi: quando le padrone di casa, raggiungono la doppia cifra di vantaggio, 25-14, Lucca riesce a trovare la via del canestro e costruisce un break di 6-0, 25-20, ma Gatti, Anderson e Zandalasini, hanno la mano calda e riescono ad allungare, 36-26. Il pallino del gioco passa alle toscane, che accorciano di nuovo, 36-32, ma anche il secondo quarto si conclude con le scledensi al comando, 39-34.

Ottimo, per Schio, anche l’avvio del terzo periodo. Dal + 5, infatti, le arancioni balzano a + 12, 46-34, ma come già accaduto in precedenza non riescono a prendere il largo e, anzi, subiscono il ritorno in partita delle ospiti, 46-44. Al sesto minuto arriva pure il sorpasso della Gesam 47-48, ma è subito seguito dal controsorpasso firmato da Howard, 49-48. Sul 53 pari, Anderson e Ress vanno a bersaglio per il +5, 58-53, che chiude questa frazione.

Gli ultimi decisivi dieci minuti iniziano contratti ed entrambi i quintetti fanno muovere il tabellone solo dalla linea dei liberi, concessi per i falli commessi, 61-54. Howard appoggia al tabellone il +9, 63-54, ma la risposta di Harmon è pronta, 63-56. Sul 65-60, con poco meno di cinque minuti ancora da giocare, Lucca si spegne e non combina più nulla. Il Famila, invece, va a canestro con fluidità, sgretola Le Mura, e chiude la gara sul 74-61, ribaltando, come detto, il -8 dell’andata.

Schio: Martinez, Howard 6, Bestagno 2, Gatti 3, Tagliamento, Anderson 9, Masciadri 3, Zandalasini 19, Sottana 11, Ress 6, Macchi 15

Lucca: Battisodo 2, Landi ne, Tognalini 3, Pedersen 19, Dotto 8, Wojta 4, Harmon 20, Crippa 4, Miccoli ne, Ngo Ndjock 1, Mandroni ne

Classifica: Lucca 36, Venezia e Schio 34, San Martino di Lupari 30, Ragusa 28, Napoli 26, Umbertide 18, Vigarano e Torino 12, Broni 10, Battipaglia 8, La Spezia 4.

Ilaria Martini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *