Villa Caldogno
Villa Caldogno

Villa Caldogno di nuovo presa di mira dai vandali

Caldogno – Vandali in azione, la notte scorsa, a Caldogno. Ignoti hanno infatti preso di mira, danneggiandoli, una decina di faretti che ornano i vialetti esterni del parco della Villa Caldogno. Non è la prima volta che si verifica un episodio del genere, dato che proprio nei primi giorni di febbraio, alcuni teppisti avevano rotto altre cinque lampade, sempre all’interno del complesso palladiano oggetto, lo scorso anno, di importanti interventi di restauro e di riqualificazione.

“Ciascuno di quei faretti costa circa 300 euro – ha commentato il consigliere delegato al risparmio energetico, Gabriele Toniello, sottolineando il rilevante danno economico arrecato -. Chi compie questi gesti probabilmente non si rende nemmeno conto di come, stupidamente, danneggi l’intera comunità”.

“Abbiamo voluto creare un parco aperto – ha spiegato il sindaco calidonense, Nicola Ferronato – perché la Villa fosse patrimonio quotidiano di tutti, da vivere liberamente. È triste constatare che, a fronte di questa idea di bene pubblico da condividere, alcune persone, che immagino possano essere ragazzi, dimostrino di non avere il minimo rispetto e senso civico”.

Per evitare il verificarsi di altri brutti episodi, Ferronato, invita i cittadini a segnalare eventuali movimenti sospetti nei vialetti della Villa. “Spero – ha infatti continuato – che tutti gli altri concittadini che invece amano la Villa e il parco, ci aiutino a prevenire eventuali atti di vandalismo futuri. In ogni caso, assieme al Comando di polizia locale, stiamo anche valutando l’impiego di videocamere mobili in dotazione per predisporre controlli mirati”.

“Soprattutto di questi tempi – ha concluso il primo cittadino, rammaricandosi per l’inutile sperpero di denaro pubblico – ogni euro nelle disponibilità delle spese correnti del Comune va usato con attenzione e profitto, per fare qualcosa di utile e necessario per i cittadini. Dover buttare via alcune migliaia di euro in questo modo, per rimediare a questi danneggiamenti insensati, ci amareggia enormemente. Ovviamente, se individueremo i responsabili, spetterà a loro rifondere le spese”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità