Arte, Cultura e Spettacoli

Vicenza, “La bella e la bestia” al Teatro Astra

Vicenza – Un fitto bosco di alberi alti e scuri, carezzati dai raggi della luna, che formano ombre intricate sul terreno. Laggiù, in fondo, una luce: un castello e, in alto, una finestra. Con una fanciulla bionda che dorme e sogna artigli e peli ispidi, ma anche splendidi principi e luoghi fatati. Comincia così “La bella e la bestia”, la nuova produzione della compagnia Stivalaccio Teatro, nell’ambito del teatro per i giovanissimi, che andrà in scena al Teatro Astra domenica 19 febbraio, alle 15 e alle 17.

L’appuntamento è il penultimo della la rassegna “Famiglie a teatro”, curata da La Piccionaia Centro di produzione teatrale per il Comune di Vicenza, con il sostegno del Ministero della cultura, della Regione Veneto e della Provincia di Vicenza. Uno spettacolo di teatro d’attore, teatro di figura e musica dal vivo, dedicato ai bambini dai 6 anni in su e alle loro famiglie.

Per quanto riguarda invece il consueto appuntamento con i laboratori del sabato, legati alla rassegna e dedicati ai piccoli spettatori, sabato 18 febbraio, sempre alle 15 e alle 17, al B55, in collaborazione con La Società del Quartetto ci sarà “Canoni e canzoni”, un’ora di giochi sonori per imparare la musica divertendosi. Alla conduzione, i due musicisti Ilaria Fantin e Massimiliano Varusio, che accompagneranno i bambini in una serie di scoperte musicali, dalla lettura ritmica all’altezza dei suoni sul pentagramma, per farli diventare i protagonisti di esecuzioni collettive, canzoni e filastrocche accompagnate da due strumenti insoliti come il violoncello e l’arciliuto.

Tornando a “La bella e la bestia”, lo spettacolo è l’ultima tappa della compagnia nella riscoperta della fiaba classica come luogo quotidiano in cui prendono vita le grandi passioni dell’uomo. Scritto e diretto da Marco Zoppello, l’allestimento si ispira ad una delle storie della tradizione popolare che più hanno acceso la fantasia di narratori e artisti, dall’originale di Gabrielle Suzanne di Villeneuve passando per Basile, Perrault e i fratelli Grimm, fino alla trascrizionedi Italo Calvino in “Bellinda e il Mostro”.

In scena Sara Allevi, Giulio Canestrelli e Matteo Pozzobon, accompagnati dalla musica dal vivo del trio fagotto-violino-violoncello Friedrich Micio. Da segnalare, prima di concludere che in teatro sarà attivo l’angolo Equobar, con i suoi prodotti di caffetteria, pasticceria e snack equosolidali, biologici e a chilometri zero. A disposizione del pubblico il parcheggio gratuito del Circolo Tennis Palladio 98. Informazioni: telefono 0444-323725, info@teatroastra.it, www.teatroastra.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button