Breaking News

Vicenza, un contributo per smaltire l’amianto

Vicenza – Il Comune di Vicenza mette a disposizione un fondo di 10 mila euro per incentivare i cittadini a smaltire, nella maniera corretta, l’amianto, un rifiuto pericoloso oltre che molto inquinante. Il contributo, riservato alla raccolta di rifiuti che provengono da utenze domestiche, principalmente lastre di eternit, riguarda la copertura dei costi del diritto di chiamata, che variano da 150 a 250 euro, a seconda della quantità di materiale da smaltire.

Dall’attivazione di questo servizio gestito da Aim Ambiente, nell’agosto 2010, il progetto di microraccolta ha già consentito di raccogliere e di smaltire in modo adeguato più di 82 mila chilogrammi di materiale contenente amianto, il che equivalenti ad una superficie di circa 5.800 metri quadrati di lastre di eternit. I cittadini che, fino ad ora, hanno usufruito del contributo comunale sono stati 167. A copertura dei costi relativi al diritto di chiamata il Comune ha già stanziato 35 mila euro, ai quali ora vanno ad aggiungersi altri 10 mila euro.

Per quanto riguarda le spese di smaltimento, queste restano a carico dei cittadini, con tariffe invariate dal 2010 e che oscillano tra gli 80 centesimi e l’euro e cinquanta per ogni chilogrammo da bonificare, a seconda della quantità e della collocazione del materiale da smaltire. Per accedere a questo servizio di microraccolta e per richiedere il contributo comunale è necessario rivolgersi ad Aim Ambiente, telefonando, dalle 8 alle 11, al numero 0444 394012 o inviando una e-mail a infoporta.porta@aimvicenza.it.

“E’ il quinto contributo – ha sottolineato l’assessore Antonio Marco Dalla Pozza – con il quale il Comune sostiene l’attività di smaltimento di piccole quantità di coperture contenenti amianto, provenienti da proprietà private. Si tratta di un’iniziativa molto apprezzata dai cittadini, con la quale cerchiamo di contrastare la pessima abitudine di abbandonare illecitamente lastre inquinanti lungo i fossati o nelle campagne”.

Per finire, si segnala un interessante convegno, programmato dall’assessorato alla progettazione e sostenibilità urbana del Comune di Vicenza, dal titolo “Un vicino insidioso. L’amianto a 360 gradi”, in programma  giovedì 23 febbraio, alle 14.30, a palazzo Cordellina, in contra’ Riale. Si tratta di una iniziativa organizzata in collaborazione con l’Ordine interprovinciale dei chimici del Veneto, l’Ordine dei geologi del Veneto, Arpav e con la biblioteca Bertoliana. Il tema sarà trattato sotto i profili sanitario, ambientale e legale, con interventi di esperti di livello nazionale, tra i quali Danilo Cottica, direttore del Centro ricerche ambientali degli Istituti clinici scientifici Maugeri, e Sergio Clarelli, presidente di Assoamianto, una associazione che raggruppa tutti gli operatori del settore gestione e bonifiche amianto. Maggiori informazioni sono reperibili a questa pagina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *