Da sinistra: Giovanni Battista Comiati, Maurizia Rizzo e Pierangelo Raineri
Da sinistra: Giovanni Battista Comiati, Maurizia Rizzo e Pierangelo Raineri

Vicenza, Comiati nuovo segretario di Fisascat Cisl

Vicenza – È Giovanni Battista Comiati il nuovo segretario generale di Fisascat Cisl Vicenza, eletto oggi dal Consiglio generale della categoria, riunitosi a Schio per il suo decimo congresso provinciale. Una categoria che nel territorio vicentino conta oggi ben cinquemila iscritti, rappresentati da 63 delegati. Questo ne fa la seconda federazione di Cisl nel territorio e la prima del comparto terziario a Vicenza. Classe 1976, dal 2014 già componente della segreteria provinciale, Comiati guiderà l’organizzazione per i prossimi quattro anni. Con 30 preferenze su 32 votanti, succede a Enrico De Peron, segretario dal 2009.

Ricordiamo che la Fisascat è la federazione che rappresenta e tutela i lavoratori e le lavoratrici appartenenti ai settori: terziario e commercio, ristorazione e alberghiero, turismo, culto, ippica, agenzie di scommesse, case da gioco, imprese di pulizia, vigilanza privata, collaboratori familiari, istituzioni, imprese e cooperative che forniscono servizi socioassistenziali, dipendenti civili delle basi americane e Nato. “Accolgo con soddisfazione ed entusiasmo l’importante responsabilità di condurre una categoria così significativa, in termini numerici e di rappresentanza – ha commentato  il neoeletto Comiati -. Di fronte alle tante sfide che sollecitano oggi il sindacato, il mio impegno prioritario è su due fronti: costruire insieme il rinnovamento e avviare un percorso di condivisione e dialogo anche con gli altri attori del territorio, ossia le parti sociali tutte, la politica e il mondo dell’associazionismo”.

Nato a Valdagno, diplomato perito industriale con indirizzo elettronica e telecomunicazioni, Comiati inizia la sua attività sindacale in Cisl nel 2006, come delegato presso la caserma Ederle di Vicenza, dove allora lavora, divenendo poi nel 2007 rappresentante dei lavoratori per la sicurezza. Entrato nel Coordinamento nazionale delle Basi Usa in Italia, comincia il suo percorso formativo di sindacalista al centro studi nazionale di Cisl, a Firenze, frequentando il cosiddetto “corso lungo per dirigenti Fisascat” e poi specializzandosi con il percorso nazionale di formazione per contrattualisti. Sempre attento alle problematiche sociali, dal 1999 al 2002 lavora come educatore in una comunità per il recupero di tossicodipendenti, per poi continuare a collaborare come coordinatore in altre strutture educative, riabilitative e di reinserimento lavorativo. Nel 2011 entra in Fisascat come operatore a tempo pieno.

Ai lavori congressuali della categoria hanno partecipato anche la segretaria generale del Veneto, Maurizia Rizzo, e il segretario generale nazionale Pierangelo Raineri. Entrambi hanno espresso il loro augurio di buon lavoro al nuovo segretario. “Cambia il mercato del lavoro, cambiano i mestieri, cambiano le competenze richieste – ha sottolineato Maurizia Rizzo –. In questo scenario di forte evoluzione Comiati, che sul campo ha già dimostrato di avere tutte le competenze e le capacità necessarie, saprà guidare al meglio un sindacato chiamato ad affrontare le sfide aperte e a costruire nuova contrattazione, nuove tutele, nuovo welfare”.

“Le sfide sono tante – ha aggiunto Raineri – e toccano in misura importante i settori rappresentati dalla categoria, perché si va da quelle aperte dall’innovazione digitale e dalla globalizzazione ai nuovi bisogni di welfare, generati da una società che muta profondamente perché ne muta la stessa struttura: sempre meno giovani al lavoro e sempre più anziani, che necessitano di nuove risposte di long term care, ossia di cure a lungo termine”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità