Breaking News

GdF, ai bisognosi i vestiti contraffatti sequestrati

Padova – Tra i più di mille capi di abbigliamento contraffatti, sequestrati dalle Fiamme Gialle e ora donati in beneficenza, ci sono anche dei vestiti confiscati nel corso di alcune attività di polizia giudiziaria, che hanno interessato la provincia di Vicenza, oltre a quelle di Padova, Venezia, Milano e Napoli.

Nei giorni scorsi, i militari della Guardia di Finanza della Compagnia di Cittadella hanno infatti dato il via alle operazioni di consegna dei capi di vestiario. Per poterne consentire il riutilizzo a fini caritatevoli, come alternativa alla distruzione, le Fiamme Gialle hanno dovuto ottenere dall’Autorità giudiziaria competente, una apposita autorizzazione ad affidare la merce, dopo aver provveduto ad asportare i marchi e i segni distintivi, riconducibili ad alcune note griffe nazionali, a degli enti caritatevoli, che sono stati poi individuati con l’ausilio dell’assessorato ai servizi sociali del Comune di Cittadella.

I primi duecento capi, tra pantaloni e felpe, sono stati già consegnati all’unità locale di Carmignano di Brenta, in provincia di Padova, dell’associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, che si occupa di contrastare l’emarginazione e la povertà. Questa iniziativa, fortemente voluta dalla Guardia di Finanza, si aggiunge ad interventi simili effettuati in altre località del Paese, ed è frutto della stretta collaborazione, anche a livello locale, con le istituzioni pubbliche, tra le quali, in particolare, le amministrazioni comunali, e con le diverse realtà del volontariato e dell’associazionismo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *