Riaprono le concerie fermate in gennaio

Arzignano – Lo scorso 19 gennaio venne avviato un procedimento di revoca dell’autorizzazione allo scarico per due aziende conciarie del vicentino, la Riviera Srl, di Zermeghedo, e la Conceria Cumar, di Montorso Vicentino. Ora si è arrivati a una definizione della situazione che consente alle aziende la ripresa dell’attività. Come era stato richiesto da Medio Chiampo Spa, entrambe le aziende hanno infatti presentato un piano industriale, a salvaguardia dello scarico, che è stato già approvato dall’ente gestore in sede di Cda.

Per la conceria Riviera il piano prevede una forte riduzione dell’attività preesistente, mentre per la conceria Cumar si tratta di una trasformazione dell’attività, ovvero dell’eliminazione delle lavorazioni legate alla fase di calcinaio e del mantenimento della sola fase di tintura. Le aziende hanno inoltre già dato avvio alla realizzazione delle prescrizioni tecniche relative all’impiantistica e al sistema di controlli che i tecnici di Medio Chiampo Spa dovranno certificare.

La ripresa delle lavorazioni sarà progressiva e si arriverà al 100% dell’autorizzazione allo scarico proporzionalmente alla messa in atto delle prescrizioni tecniche. Per quanto riguarda invece le sanzioni amministrative e il recupero dei costi aggiuntivi per la depurazione, entrambe le aziende hanno già hanno versato il 20% di quanto fissato (la sanzione ammonta complessivamente a 1.550.000 euro). Per la parte restante è in corso una trattativa con i rispettivi legali che Medio Chiampo spa valuterà nelle prossime settimane.

“Siamo soddisfatti dell’esito della vicenda – ha commentato il presidente di Medio Chiampo spa, Giuseppe Castaman, – che ci permette di raggiungere l’obiettivo comune di preservare le due attività produttive, purché all’interno di una corretta gestione aziendale e ambientale e della tutela dell’interesse collettivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità