Breaking News

Pm10 in calo a Vicenza. Niente blocco degli Euro 3

Vicenza – Le piogge, seppur deboli o moderate, che tra ieri ed oggi si sono registrate nella nostra provincia hanno leggermente abbassato le concentrazioni delle polveri sottili ed hanno contribuito così a migliorare un po’ la qualità dell’aria che respiriamo. Numeri alla mano, spulciando i dati dell’Arpav, Agenzia regionale per la prevenzione e protezione ambientale, mercoledì 1 febbraio il valore di Pm10 si è fermato a 89 microgrammi per metro cubo. Si tratta di un dato inferiore alla soglia di criticità 2, che scatta quando per tre giorni consecutivi si sforano i 100 µg/m3.

Visto il calo di ieri, dunque, a Vicenza, non scatterà il blocco dei veicoli euro 3 diesel nella zona più centrale della città. Nonostante i tre superamenti consecutivi della soglia dei 100 µg/m3 (29 gennaio, con 121 µg/m3, 30 gennaio con 157 e 31 gennaio con 139), a partire da ieri la situazione risulta in miglioramento, proprio grazie all’arrivo della pioggia che è prevista anche per i prossimi giorni.

“Tuttavia – sottolinea, in chiusura, una nota di Palazzo Trissino -, nel caso di un peggioramento delle condizioni della qualità dell’aria dalla settimana prossima, se se ne verificasse la necessità, il Comune è pronto a predisporre, in relazione al traffico veicolare, il divieto di circolazione dei veicoli alimentati a gasolio e classificati Euro 3, e a vietare l’uso dei generatori di calore alimentati a biomassa legnosa, nel caso in cui sia presente, per il riscaldamento domestico, anche un impianto a metano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *