Marano, Mostra Artigianato in consiglio comunale

Marano Vicentino – Presentato ieri a Marano, durante la seduta del consiglio comunale, il neoeletto presidente della Mostra dell’artigianato dell’Alto Vicentino, Roberto Benazzoli. Alla seduta erano presenti i vertici delle associazioni di categoria, Andrea Piovan per Confartigianato Vicenza, Franco Dalla Via per Coldiretti Vicenza, Francesco Silvestri per Promarano e Anna Dall’Alba a mezzo nota di ringraziamento per Cna Vicenza. C’era anche il presidente uscente Paolo Tracanzan, il Comitato Maav, ovvvero tutti i soggetti che hanno contribuito negli anni ad affermare questo importante evento, trasformandolo in una vetrina per molti espositori e valorizzando nel territorio il settore artigianale.

“Negli interventi degli ospiti – spiega una nota del Comune di Marano Vicentino – è stata unanime l’impronta che si è resa vincente in questi anni, cioè mettere al comando una gestione manageriale con riconosciute competenze organizzative e professionalità acquisite che ha avuto la fiducia trasversale da varie amministrazioni comunali a prescindere dal colore politico. Il comitato Maav ha saputo offrire delle proposte uniche nel territorio, che gli espositori hanno colto e hanno visto come occasione di crescita aziendale. La mostra ha saputo individuare nuove forme di artigianato emergente, con un occhio di riguardo ai giovani e al mondo imprenditoriale femminile”.

Come prevede lo statuto della mostra, la nomina del presidente è stata fatta con decreto del sindaco e formalizzata il 17 febbraio, dopo un percorso di condivisione con i presidenti dei soggetti fondatori: Confartigianato Vicenza, Cna Vicenza, Pro Marano. Si è comunque voluto informare il consiglio comunale di questa nomina, come è stato fatto anche in precedenza. La nomina va a scadenza naturale con la fine del mandato dell’amministrazione.

“Lo spazio dedicato a questo cambio di testimone – si legge ancora nella nota dell’amministrazione comunale maranese – voleva essere un momento non connotato da logiche politiche, ma questo non è stato colto dalle minoranze che prima di iniziare la presentazione hanno deciso di non essere presenti alla seduta con motivazioni che non trovano riscontro in nessun atto amministrativo e precisamente con affermando: ci allontaniamo perché non condividiamo il metodo. Il sindaco non ha condiviso con il consiglio la scelta del presidente”.

“Questo metodo richiesto dal capogruppo Erik Umberto Pretto – continua la nota – non è assolutamente ascrivibile agli atti: lo statuto della mostra e una delibera del consiglio comunale a cui si deve fare riferimento per la nomina del presidente. Purtroppo questa azione anziché dare significato alla mostra fa capire che la minoranza, per una presa di posizione politica, ne ha offuscato il significato”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità