Breaking News
Il baritono tedesco Matthias Goerne
Il baritono tedesco Matthias Goerne

La musica di Schubert al Comunale di Vicenza

Vicenza – Sarà la musica di Schubert protagonista, mercoledì 22 febbraio, alle 20.45, al Teatro Comunale di Vicenza, nel prossimo appuntamento della stagione concertistica della Società del Quartetto, che porterà in scena il capolavoro “Die schöne Müllerin” (La bella Mugnaia) op. 25, con Alexander Schmalcz al pianoforte e con l’interpretazione di una delle voci schubertiane più acclamate negli ultimi anni, quella del baritono tedesco Matthias Goerne. Fra gli oltre 600 lieder che Franz Schubert scrisse nella sua breve vita spiccano le tre raccolte Winterreise, Die schöne Müllerin e Schwanengesang.

Dopo il Winterreise, proposto dalla Società del Quartetto nella scorsa stagione, mercoledì sarà affrontato dunque il ciclo della Bella Mugnaia, composto da venti lieder. Quanto al cantante di scena, nato a Weimar cinquant’anni fa, Goerne è stato allievo di Hans-Joachim Beyer, a Lipsia e, in seguito, di Elisabeth Schwarzkopf e Dietrich Fischer-Dieskau. Nella sua già lunga carriera ha collaborato con tutte le principali orchestre del mondo, ma anche con grandi direttori e pianisti, fra i quali Vladimir Ashkenazy e Alfred Brendel.

Compagno di viaggio”del baritono tedesco sarà anche quest’anno Alexander Schmalcz, pianista che vanta collaborazioni con cantanti leggendari del calibro di Edita Gruberova, Grace Bumbry, Anna Tomowa-Sintow, Peter Schreier e che nel corso degli anni ha lavorato anche con Daniel Behle, Konstantin Wolff, Stephan Loges, Inessa Galante, Eva Mei, Rachel Frenkel e Chen Reiss. Specialista nel repertorio liederistico, Schmalcz tiene regolarmente varie master class in questo ambito ed è titolare di una cattedra in interpretazione liederistica alla Musikhochschule di Lipsia.

Schubert compose i 20 Lieder che fanno parte del ciclo “La bella Mugnaia” nel 1823, ispirandosi ad una raccolta di poesie che il poeta Wilhelm Müller, suo contemporaneo, aveva scritto alcuni anni prima. Racconta di un giovane mugnaio, desideroso di conoscere il mondo, segue il corso di un ruscello e in questo suo girovagare incontra la bella figlia di un altro mugnaio, innamorandosene perdutamente. Nel mentre, però, arriva un cacciatore e fra i due pretendenti la fanciulla sceglie quest’ultimo. Sconvolto dalla cocente delusione d’amore, il giovane mugnaio si toglie la vita cullato dalla ninna nanna del ruscello. Biglietti come sempre anche online sul sito www.tcvi.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *