Breaking News

Giro di vite alle motoslitte sul massiccio del Grappa

Bassano del Grappa – Si intensifica l’attività dei carabinieri forestali delle stazioni di Bassano e Carpanè, nella parte del massiccio del Grappa di competenza, per contrastare gli illeciti riguardanti il transito delle motoslitte senza autorizzazioni ed al di fuori del tracciato autorizzato dall’Unione montana Valbrenta. Le pattuglie impegnate, dopo sopralluoghi ed appostamenti, hanno accertato e contestato quattro violazioni amministrative. Sono in corso anche verifiche approfondite per l’individuazione di altri sei possibili trasgressori.

“La legge che disciplina il transito ludico delle motoslitte – spiega una nota dei carabinieri forestali – prevede infatti che vengano utilizzati percorsi autorizzati dalle ex Comunità montane, che rilasciano ai richiedenti un permesso stagionale, a seguito del pagamento di un corrispettivo e la stipula di un’assicurazione di responsabilità civile. La legge regionale 14/1992, che disciplina la materia, prevede, per chi non ottempera a quanto previsto ed esce dal tracciato autorizzato, una sanzione amministrativa che va dai cento ai mille euro”.

“Il fenomeno – continua la nota -, in crescendo negli ultimi anni, crea notevole pericolo e disturbo agli appassionati, che fruiscono della montagna innevata per praticare camminate con ciaspole o sci d’alpinismo. Peraltro, il disturbo arrecato da questi mezzi a motore al di fuori del tracciato autorizzato, ha contribuito a portare alla quasi totale scomparsa, nel versante vicentino del Grappa, del gallo forcello, splendido tetraonide tipico dei nostri monti, che, nel periodo più difficile dello svernamento, mal sopporta questo genere di disturbo antropico”. L’attività dei Carabinieri Forestali in materia proseguirà per il resto della stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *