Breaking News

Lotta alla criminalità, sei denunce a Montecchio

Montecchio Maggiore – Giornate intense, quelle appena trascorse, per i carabinieri della Stazione di Montecchio Maggiore. I militari sono stati infatti impegnati in diverse attività investigative, che si sono concluse con la denuncia, in stato di libertà, di sei persone.

I primi, in ordine di tempo, ad essere denunciati, sono stati, martedì 21, due cittadini romeni, entrambi pregiudicati e residenti in Emilia Romagna. I due, un 25enne ed un 27 enne, che sono stati anche segnalati per il foglio di via dalla città dei castelli, sarebbero stati individuati da una pattuglia dei carabinieri mentre si aggiravano per il centro cittadino portando con loro attrezzi quali grimaldelli, chiavi alterate e spray irritante.

Poche ore prima, i militari avevano identificato e denunciato un veronese di 67 anni, pregiudicato, in quanto ritenuto il responsabile del danneggiamento di alcune slot machines, all’interno del Bar Laura. L’uomo, inoltre, avrebbe anche minacciato il titolare del pubblico esercizio.

Ieri mattina, invece, le forze dell’ordine hanno denunciato, con l’accusa di tentato furto in abitazione e di possesso di strumenti da scasso, un bosniaco di 55 anni. Secondo le indagini svolte, l’uomo avrebbe tentato di introdursi in una casa di Sovizzo, la mattina del 31 gennaio.

Ancora una denuncia in stato di libertà, dei carabinieri di Montecchio, nei confronti di un cittadino del Bangladesh di 36 anni, pregiudicato e in Italia senza fissa dimora. Questo provvedimento è stato emesso nell’ambito di un’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti. Il 36enne è infatti ritenuto il responsabile della cessione di 0,8 grammi di eroina ad un giovane di Arzignano, a sua volta segnalato alla Prefettura di Vicenza.

Per finire, a conclusione delle indagini su alcuni incendi dolosi ai danni della recinzione dell’abitazione di un imprenditore di Creazzo, è stato denunciato in stato di libertà, proprio con l’accusa di danneggiamento, un ragazzo ventenne, anche lui residente a Creazzo. Gli episodi ai quali si fa riferimento risalgono al 9, 10, 11 e 30 gennaio e 5 febbraio 2017.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *