Confcommercio Vicenza incontra il nuovo prefetto

Vicenza – Continuano, a Vicenza, gli incontri conoscitivi tra il nuovo prefetto del capoluogo berico, Umberto Guidato, ed i rappresentati delle diverse organizzazioni ed associazioni del territorio. Dopo Confagricoltura, infatti, questa mattina Guidato, ha incontrato il presidente provinciale di Confcommercio Vicenza Sergio Rebecca e il direttore Ernesto Boschiero. I vertici dell’associazione di categoria hanno presentato al prefetto l’attività svolta dall’associazione stessa, ma hanno anche voluto affrontare alcuni temi particolarmente sentiti dagli imprenditori associati, come quello della sicurezza.

“La priorità è il contrasto dei fenomeni criminali – ha infatti spiegato Rebecca -, un punto di vista, questo, già condiviso con le autorità di pubblica sicurezza locali, alle quali siamo grati per il grande lavoro svolto. Il livello di allarme resta però ancora alto per il ripetersi di furti e per il rischio che alcune zone, in città e provincia, scivolino sempre più nel degrado”.

“A proposito della situazione nella zona di Campo Marzo – ha continuato – abbiamo espresso il nostro apprezzamento per i recenti interventi, che sono andati al di là dei normali controlli di routine. Il riferimento è al blitz della polizia di Stato che ha portato a scoprire le cosiddette buche della droga. L’attenzione è stata posta anche ad altri ambiti della provincia dove si corre il rischio che la fisionomia delle nostre città e dei nostri paesi cambi”.

Durante l’incontro sono stati anche affrontati, sempre con riferimento all’ordine pubblico, i temi dell’immigrazione e della gestione dei profughi, e poi il focus del discorso ha virato su problemi più direttamente connessi al mondo del commercio, come l’abusivismo e il governo urbanistico del territorio. “A proposito di questo ultimo punto – ha ricordato Rebecca – si deve prestare particolare attenzione alle attività di vicinato, tutelando il servizio di prossimità per scongiurare la desertificazione commerciale dei piccoli centri e dei quartieri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità