Il sindaco di Vicenza, Achille Variati
Il sindaco di Vicenza, Achille Variati

Caso Quero, Variati: “Tradita la mia fiducia”

Vicenza – “Ho appreso la notizia dell’arresto di Matteo Quero dalla stampa questa mattina: né io, né l’amministratore unico di Aim Colla, né i nostri collaboratori eravamo stati avvisati di questo grave episodio accaduto quasi due mesi fa. La fiducia data a Quero è stata tradita sia per essere stato protagonista del reato che lo ha portato all’arresto, sia per non aver informato me e i vertici dell’azienda dell’accaduto, comportamenti ancora più gravi per chi ricopre un ruolo di pubblico amministratore. Appena ho letto la notizia questa mattina, ho chiesto all’amministratore unico di Aim Colla di revocare a Quero l’incarico di amministratore di Aim Amcps”.

Nessun perdono dunque, forse più perché Quero ha nascosto quanto era successo in dicembre in Germana che per il fatto in sé stesso. Come diciamo in altra pagina, l’amministratore unico di Amcps, società partecipata che gestisce il patrimonio comunale di Vicenza, è stato arrestato dalla polizia tedesca, il 16 dicembre, durante un controllo di frontiera. Proveniente dall’Olanda, il manager pubblico aveva infatti a bordo della sua auto un po’ più di un etto e mezzo di cannabis, tra marijuana ed hashish.

Del resto è comprensibile e condivisibile che un personaggio pubblico debba essere soggetto ad una più attenta verifica dei suoi comportamenti. Atti che si richiede siano sempre nei confini del lecito e, soprattutto, caratterizzati dalla massima trasparenza e lealtà nei confronti della cosa pubblica e di chi la gestisce. Insomma, una condanna, da parte di Achille Variati, che sembra decisamente scaricare il manager, prendendone senza mezzi termini le distanze.

Qualche ora dopo il sindaco, anche Paolo Colla, amministratore unico di Aim, ha diffuso una nota nella quale annuncia di aver convocato l’assemblea straordinaria di Amcps per la revoca del mandato di amministratore unico a Matteo Quero. “L’amministrazione della cosa pubblica – sottolinea Colla – impone l’assoluto rispetto delle normative e la rigorosa trasparenza da parte degli amministratori. La violazione di entrambe queste regole è alla base dell’inevitabile e doverosa decisione assunta oggi”. La revoca dell’incarico a Quero è avvenuta subito dopo. Al suo posto l’ingegner Stefano Cominato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *