Breaking News

Incendio in casa, si getta nel vuoto con il figlio

Cassola – Attimi di paura, questo pomeriggio, a Cassola, per un incendio in un appartamento. Una donna originaria del Togo, per sfuggire alle fiamme, si è lanciata nel cortile, con il figlio di quattro anni in braccio, dal secondo piano di una palazzina di via San Francesco. Per fortuna, nella caduta, nessuno ha riportato gravi ferite, ma le conseguenze sarebbero potute essere ben diverse.

Il rogo è divampato nella cucina al secondo piano di una palazzina e subito si è esteso al divano, cosa che ha prodotto un fumo denso, tanto da impedire agli occupanti, una donna e i suoi tre figli piccoli, due gemelli di un anno e un bambino di quattro, la fuga verso l’esterno. Secondo una prima ricostruzione dei fatti accaduti sembrerebbe che la donna, dopo essersi rifugiata nel poggiolo assieme ai suoi bambini, in preda al panico, sia riuscita a mettere in salvo i gemelli, passandoli ad una persona che si trovava al piano di sotto, salita sul parapetto del terrazzo per prendere i piccoli.

Poi, però, la donna si sarebbe lanciata nel vuoto con l’altro figlio, prima dell’arrivo dei soccorsi. Il bambino è caduto sopra un tavolo di plastica che ne attutito il colpo, mentre la madre è finita su un prato, dopo aver toccato un muretto con la schiena. Come detto, per fortuna nessuno ha riportato gravi ferite. I primi soccorsi sono stati prestati da due pompieri liberi dal servizio, che si sono occupati anche di far evacuare lo stabile. I vigli del fuoco di Bassano del Grappa, giunti sul posto verso le 13.45, hanno subito spento l’incendio circoscritto alla cucina, mentre stavano arrivando altri tre mezzi, da Cittadella e da Vicenza, che sono stati fatti rientrare.

I due feriti, la mamma e il figlio più grande, sono stati accompagnati in ospedale, assieme ai gemelli, per un controllo. L’appartamento dove si è sviluppato l’incendio presenta danni da fumo e le cause del rogo sono al vaglio dei tecnici dei vigili del fuoco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *