Sport

Basket, VelcoFin non brilla ma supera Palermo

Palermo – La VelcoFin Vicenza torna dalla Sicilia con i due punti, frutto della vittoria, per 37-61 sulla Maddalena Vision Palermo, nella quarta giornata di ritorno del campionato italiano di serie A2 di basket femminile. La gara giocata ieri, alle 17, al PalaMangano è stata nervosa e tutt’altro che spettacolare. I numeri, infatti, raccontano di due squadre dalle polveri bagnate, soprattutto nella prima frazione, che le padrone di casa hanno chiuso con un desolante 3/11 da 2 e le biancorosse con un altrettanto mortificante 3/10, ai quali va aggiunto, per entrambe, lo 0/2 dall’arco. La chiave del successo di Vicenza sta nel terzo quarto, durante il quale le venete hanno concesso solo 6 punti alle ragazze di coach Maurizio Giordano e ne hanno realizzati 18, cosa che permette loro di chiudere la frazione sul +14, 28-42.

Passando alla cronaca, la VelcoFin si presenta con l’ormai abituale quintetto che vuole Pegoraro in regia, Madonna nel ruolo di guardia, Stoppa ala piccola e Jakovina e Nicolodi ad alternarsi nel presidio del pitturato. Palermo risponde con Monaco, Ferrara, Blazevic, Ermito e Verona. Sarà proprio quest’ultima ad aprire le danze, 2-0. Vicenza risponde con un break di 10-0, che vale il +8, 2-10. Un vantaggio che, alla prima sirena si dimezza, 8-12.

La seconda frazione vive su un continuo tira e molla. La tripla di Perseu avvicina Palermo, 11-14, ma Pegoraro e Pieropan ripristinano le distanze, 13-19. Quando la Maddalena Vision torna all’attacco e riesce a mettere la testa avanti, 22-21, Stoppa, dalla lunga distanza, ribalta il risultato e permette alle biancorosse di chiudere la prima parte della gara ancora in vantaggio, 22-24.

Come detto, nel terzo parziale, dopo un inizio timido, la VelcoFin pigia sull’acceleratore e scappa via. Nicolodi e Madonna aprono le danze, 22-27, ma le biancoazzurre sono sempre lì, 26-27. Da qui in avanti le vicentine trovano con più facilità la via del canestro, mentre le padrone di casa sono in difficoltà. Lo testimonia il parziale di 2-10, che vale il 28-42 del trentesimo minuto di gioco.

L’ultimo tempo serve alla VelcoFin per allargare ancora la forbice e a coach Giordano per dare spazio alle giovani, che godono di minor minutaggio. Al quinto minuto, sul 35-51, Verona segna l’ultimo canestro delle palermitante, 37-51. Poi è solo Vicenza, con Nicolodi, Madonna e Ferri, a far avanzare il tabellone, fino al 37-61 finale.

Palermo: Cerasola, Perseu 7, Ferretti 12, Monaco, Ferrara, Blazevic 10, Verona, 6, Ermito 2, Davi, Tennenini, Casiglia, Cappelli

Vicenza: Diodati 3, Pegoraro 4, Madonna 18, Caldaro, Stoppa 10, Jakovina 8, Nicolodi 9, Ferri 6, Cappozzo, Pieropan 3

Ecco gli altri risultati del girone B:

  • Bologna Castellammare di Stabia 58-34
  • Udine Ferrara 61-47
  • San Martino di Lupari – Villafranca di Verona 46-60
  • Marghera – Viterbo 75-55
  • Civitanova Marche – Salerno 72-52

Riposa: Pordenone

Classifica: Bologna 30, Vicenza 26, Marghera 24, Civitanova Marche 22, Ferrara e Udine 20, Villafranca di Verona e San Martino di Lupari 16, Castellammare di Stabia 10, Viterbo 8, Pordenone 6, Palermo 4, Salerno 2

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button