Sport

Basket, c’è Schio-Napoli, e il Famila esonera Mendez

Schio – Ancora un incontro ad alti livelli attende il Famila Wuber Schio. Domenica alle 18, infatti, al PalaRomare, arriveranno le arancioblù della Saces Mapei Givova Dike Napoli, per la gara in programma per la settima giornata di ritorno dell’86esimo campionato italiano di pallacanestro femminile. Giusto il tempo di disfare le valigie dopo il lungo viaggio di ritorno da Kursk e di dimenticare la pesante (nell’ottica della prosecuzione del cammino in Eurolega) sconfitta contro la Dynamo, che le arancioni dovranno subito affrontare un’altra insidiosa sfida e pure con la novità di uno stravolgimento a livello di organico.

È di poche ore fa, infatti, la notizia che la società del presidente Cestaro ha sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra il tecnico galiziano Miguel Mendez, che sedeva sulla panchina arancione dalla stagione 2013-2014. Al suo posto è arrivato il pesarese Mauro Procaccini, ex giocatore e allenatore, per diverse stagioni, del Basket Parma, che già da questa sera sarà al lavoro per preparare il match contro le campane.

Dando un’occhiata, in generale, alla situazione delle due formazioni, dopo la sconfitta interna di sabato scorso con San Martino di Lupari, Schio è scivolato al terzo posto in classifica e deve ancora fare i conti con alcune atlete non al massimo della forma. Inoltre, è probabile che anche il cambio in panchina incida sul gioco della squadra e che sia necessario un periodo di assestamento per trovare la formula giusta. Anche la Dike, quarta in graduatoria, non sta attraversando il suo migliore periodo, almeno per quanto riguarda la situazione dell’infermeria.

Se è vero che coach Nino Molino potrà contare sull’apporto di Chiara Pastore, al rientro dopo un infortunio che l’ha tenuta lontana dal parquet a lungo, è invece ancora in dubbio la presenza dell’ala Alejandra Chesta e della playmaker Debora Gonzalez. Nonostante questo, le campane ce la metteranno tutta per allungare la striscia positiva di quattro successi, così da assottigliare ancora di più il divario in classifica con le scledensi.

Ilaria Martini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button