Venezia, Palazzo Balbi, sede della giunta regionale - Foto: Alma Pater (CC)
Venezia, Palazzo Balbi, sede della giunta regionale - Foto: Alma Pater (CC)

Arpav, Bottacin: “Per la Regione è fondamentale”

Venezia – Circa settemila sopralluoghi per attività di monitoraggio ambientale, con 33 mila campionamenti e misurazioni, 3 mila impianti e siti controllati, circa 800 sopralluoghi effettuati per emergenze ambientali di diversa matrice e un totale di 328 illeciti penali rilevati. Sono solo alcuni dei numeri citati per riassumere l’attività dell’Agenzia regionale per la prevenzione e la protezione ambientale del Veneto, in breve Arpav, che sono stati comunicati nel corso di una riunione del Comitato di indirizzo dell’agenzia, a Palazzo Balbi, Venezia.

Durante questo incontro, per evidenziare l’apporto di Arpav nelle azioni di tutela e di salvaguardia dell’ambiente messe in campo dalla Regione, Gianpaolo Bottacin, assessore regionale alle politiche ambientali, ha portato come esempio recente le verifiche, il monitoraggio e gli interventi per l’inquinamento delle acque da sostanze perfluoro alchiliche, Pfas.

Non si è mancato di sottolineare anche il ruolo di Arpav all’interno del Sistema nazionale a rete per la protezione dell’ambiente (Snpa), previsto da una legge statale entrata in vigore il 14 gennaio scorso, che mette in rete le agenzie ambientali, così da assicurare omogeneità ed efficacia all’esercizio dell’azione conoscitiva e di controllo pubblico della qualità dell’ambiente a supporto delle politiche di sostenibilità ambientale e di prevenzione sanitaria a tutela della salute pubblica. Infine, per quanto riguarda il bilancio di previsione 2017, Bottacin ha sottolineato che, rispetto al 2016, i contributi regionali di funzionamento sono stati incrementati di 400 mila euro, passando da 52,4 milioni di euro a 52.8.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità