Provinciavicenzareport

Valdagno, aveva sparato per strada. Arrestato

Doveva espiare una pena detentiva di tre anni e dieci mesi di reclusione per i gravi fatti avvenuti a Valdagno, in località Grumo, dove nella notte tra il 12 e 13 giugno 2015, con un fucile mitragliatore da guerra, aveva esploso numerosi colpi contro un raccoglitore per i rifiuti, dileguandosi subito dopo. Nella tarda serata di ieri, i militari della Compagnia carabinieri di Valdagno lo hanno rintracciato ed arrestato. E’ Giulio Giovanni Berò, valdagnese 45enne, residente a Cornedo, celibe, operaio, pregiudicato, sul quale pendeva un ordine per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica del tribunale di Vicenza.

Giulio Bertò
Giulio Bertò

I fatti di quella notte del 2015 crearono molto scompiglio a Valdagno. I carabinieri non ci misero molto ad individuare il responsabile della sparatoria ai danni del raccogliore per i rifiuti, e lo rintracciarono ben presto presso la sua abitazione, dove si era barricato con altre armi e munizioni. Vi fu anche una trattativa per la sua resa, ma non si giunse a risultati. Ai carabinieri non restò quindi che fare irruzione nell’appartamento, all’alba, e arrestare l’uomo.

In casa furono trovati, oltre al  fucile mitragliatore da guerra tipo “Mab”, usato contro il cassonetto, un altro fucile, marca steier, modificato, numerose munizioni da guerra e comuni di vario calibro e 26 chilogrammi di hashish, suddivisi in confezioni da 100 grammi. Saltarono fuori anche più di tremila euro in contanti, ritenuti frutto dell’attività di spaccio. Ora Bertò sconterà la pena presso la Casa circondariale di Vicenza, dove e’ stato tradotto dai carabinieri nella notte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button