Breaking News

Thiene, continua la lotta alla “Processionaria del pino”

La Thaumetopoea pityocampa, lepidottero più comunemente conosciuto come “processionaria del pino” è un insetto distruttivo per le piante e pericoloso, durante la fase larvale, anche per l’uomo. Per questo motivo, come ogni anno dal 2006, il Comune di Thiene ha emesso una ordinanza che obbliga i proprietari degli alberi colpiti dal lepidottero ad asportare e a distruggere i nidi, le tele e gli stessi parassiti che si formano sui rami. In caso di inosservanza di questo provvedimento, è prevista una multa di 100 euro.

Per portare a termine la lotta alla processionaria ci sarà tempo fino al 28 febbraio, perché è proprio in questo periodo che si schiudono le uova che contengono le larve. Larve che, scendendo a terra, come detto diventano pericolose anche per l’essere umano. Se negli alberi, infatti, il lepidottero causa gravi defogliazioni, fino a indebolire la pianta, poiché ghiotto degli aghi dei pini e dei cedri, nelle persone la larva può provocare attacchi d’asma e irritazioni alla pelle, agli occhi e alle mucose, a causa dei peli urticanti di cui è ricoperta.

“Va ricordato – sottolinea una nota del municipio thienese – che per combattere le infestazioni, che si concentrano in particolare sui pini neri, silvestri e marittimi, è necessario in realtà intervenire sulle chiome degli alberi, anche sul finire dell’estate con un prodotto insetticida microbiologico a base di Bacillus Thuringiensis”.

“I cittadini – conclude la nota – sono quindi invitati a controllare gli alberi e ad intervenire con tempestività, segnalando la presenza di nidi di processionaria all’Ufficio Ecologia, al numero 0445 804946, così da poter controllare la diffusione del fenomeno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *