Senza categoria

Schio, “Oltre l’uomo: da Leonardo alle biotecnologie”

Schio – Il rapporto tra l’uomo e la macchina e le grandi intuizioni dell’ingegno umano sono al centro della mostra interattiva “Oltre l’uomo: da Leonardo alle biotecnologie”, che sarà inaugurata venerdì a Schio, nello spazio espositivo del Lanificio Conte Shed. Si tratta del secondo appuntamento, dopo “Oltre il sogno: dal volo allo spazio”, firmato dal Distretto della Scienza e Tecnologia, nato per valorizzare la ricca, ma poco conosciuta, storia industriale e tecnologica che caratterizza il territorio scledense e, più in generale, l’alto vicentino.

Questa nuova mostra, che coniuga storia, ingegno, visione imprenditoriale, innovazione tecnologica e scienza, esponendo macchine funzionanti, modelli originali, reperti e documenti storici, è stata ideata e organizzata dalla società di divulgazione scientifica Pleiadi, insieme al Comune e a Confindustria Vicenza raggruppamento alto vicentino.

“Ripercorrendo le tappe storiche e i più importanti personaggi che hanno contribuito al progresso della meccanica e dell’ingegneria per agevolare la vita, il lavoro e il benessere dell’umanità, – spiega una nota di presentazione – si arriva al termine della visita a mettere in rilievo le avanguardie del presente e le aspettative del futuro. Il percorso espositivo inizia dalle macchine rinascimentali, costruite sulla base dei progetti di Leonardo da Vinci, per proseguire poi con i primi congegni per il lavoro che hanno aiutato o sostituito l’uomo. Automazioni, turbine, ingranaggi, motori a vapore, modelli e pezzi storici mettono a fuoco come l’ingegno abbia cambiato la vita e il lavoro dell’uomo fino a modificare l’uomo stesso, quando acume e corpo umano si sono incontrati nella sfera della salute”.

“Nella seconda parte la mostra diventa un’esperienza per capire come la tecnologia abbia trasformato il nostro modo di curarci: la meccanica lascia il posto alla farmacia, alla genetica, all’informatica, alle biotecnologie e i macchinari industriali cedono il passo a modelli di robotica, organi bionici, protesi stampate in 3D, intelligenze artificiali, video immersivi”.

Durante il periodo di apertura, che va dal 28 gennaio al 2 maggio, alla mostra si affiancherà un ricco calendario di incontri, conferenze e dibattiti che avranno come protagonisti imprenditori, giornalisti, ricercatori, medici, esperti di biotecnologie. Temi principali saranno l’azienda del futuro, il mercato del lavoro, le prospettive di investimento e sviluppo sul territorio in particolar modo legate ai settori innovativi. Il programma completo e tutte le informazioni utili saranno reperibili sul sito www.distrettoscienza.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button