Breaking News

Sanità, 2016 anno record in Veneto per i trapianti

E’ stato un anno da record per il Veneto, il 2016 appena concluso, per quanto riguarda i trapianti di organi. Sono stati infatti 579 i trapianti effettuati, dei quali 489 da donatore deceduto e 90 da donatore vivente, e si è così registrato il numero più alto degli ultimi dieci anni. Lo evidenzia il Rapporto annuale sull’attività di donazione e trapianto nella nostra regione, realizzata in sinergia con la Rete nazionale, rapporto che è stato elaborato dal Centro regionale trapianti.

Tra i quattro centri trapianto del Veneto, Padova fa da capofila con 334 trapianti effettuati, dei quali 177 di rene, 91 di fegato, 39 di cuore, 27 di polmone, 15 di pancreas. Verona ha effettuato 177 trapianti, di cui 110 di rene, 54 di fegato e 15 di cuore. I centri di trapianto del rene di Vicenza e Treviso hanno totalizzato rispettivamente 36 e 32 interventi.

“Si tratta di una conferma di eccellenza a livello nazionale – ha commentato il presidente della Regione Luca Zaia – ottenuta in una fase storica difficile, legata ai tagli nazionali sulla sanità, che hanno reso sempre più difficile sostenere le alte specialità sanitarie come questa, che richiede grandi professionalità, tecnologie al massimo, capacità di coordinamento, tempestività, sangue freddo. Questo dei trapianti è un esempio luminoso di dove si può arrivare facendo squadra, perché senza una squadra che lavora in perfetta sincronia, un trapianto non è nemmeno immaginabile”.

“Gratitudine e riconoscenza – ha aggiunto Zaia – vanno alla generosità dei Veneti, che hanno colto come mai prima la grandezza di un gesto come la donazione, e a tutte le associazioni di volontariato che si prodigano ogni giorno. Non è un caso che i donatori siano aumentati del 17% rispetto al 2015, così come non è un caso che, nel solo 2016, ci siano state ben 17 mila nuove dichiarazioni di volontà alla donazione”.

Soddisfazione ed orgoglio anche nelle parole dell’assessore regionale alla sanità Luca Coletto, sia per il numero di interventi effettuati che per la quantità delle donazioni. “Ogni volta che si rende disponibile un organo da trapiantare – ha sottolineato Coletto – si mettono all’opera decide e decine, a volte centinaia nei casi di interventi multipli, di operatori ad altissima specializzazione: chirurghi, anestesisti rianimatori, infermieri professionali, e a monte forze dell’ordine, autisti, piloti. Li ringrazio tutti, sono le nostre squadre della vita”.

“In questo report 2016 – ha proseguito l’assessore – ci sono vari record, come i 579 trapianti eseguiti, il massimo del decennio, il numero di donazioni di cornea più alto di sempre (2247), i risultati migliori del decennio per il numero di donazioni, ma ha una grande significato il lavoro fatto per agevolare e diffondere la cultura della donazione con la formazione di 784 dipendenti delle anagrafi in 362 Comuni della regione. Buono anche l’andamento complessivo dei centri di Padova, Verona, Treviso e Vicenza, il che dimostra che non solo siamo in presenza di un’eccellenza assoluta, ma anche diffusa sul territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *