Sport

Rugby, buona la prima per il Bassano

Bassano del Grappa – Muscoli, mente e cuore. Un mix vincente che domenica ha permesso al Rugby Bassano 1976 di spuntarla contro il Rugby Riviera, di Mira, con il risultato di 28-27, nella prima giornata del girone promozione di serie C. La gara, andata in scena al De Danieli, è stata tirata, combattuta e ricca di colpi di scena, ma alla fine i giallorossi hanno potuto sorridere, forti della consapevolezza di potersela giocare con qualunque avversario.

Passando ad una cronaca del match, l’inizio, per la formazione di coach Andrea Segafredo, non è semplice, viste anche le defezioni dell’ultima ora, per infortunio, di capitan Marco Zalunardo e di Mattia Ganassin, oltre a quelle già note di Simonetto e di Cunial. Pochi minuti di gioco e i veneziani passano al comando con una meta scaturita da un’incursione centrale, 7-0. Bassano rialza la testa, gonfia il petto e trascinato dai suoi tifosi cresce minuto dopo minuto. L’avanzata di Filippucci al ventesimo con la conseguente touche conquistata è il preludio alla meta del pareggio. Riviera è in inferiorità e i padroni di casa ne approfittano con Dalla Palma. Poi Nicola Cei, capitano per la prima volta da quando veste la casacca della formazione senior giallorossa non sbaglia il conseguente calcio per il 7-7. Bassano allunga, con Zanzot che schiaccia il pallone del 12-7, che diventa 14-7 grazie al piede di Cei.

Il tentativo di reazione dei veneziani, che provano ad andare in meta, è annullato dalla difesa bassanese che impedisce agli avversari di mettere a terra il pallone. I verdeblù, però, insistono e agguantano la parità, 14-14. Alla mezz’ora il Riviera conquista una touche, ma Dalla Palma è abile a smorzarla e a portare a 19 i punti per il Bassano con Cei che, di piede, allunga fino al 21-14. Poco dopo, il capitano giallorosso è ancora protagonista: evitato tre avversari e mette a segno la meta del 26-14. Anche in questa occasione, il piede di Cei è preciso e vale il 28-14.

Al cambio di campo lo staff tecnico dei veneziani prova a strigliare i giocatori, il Bassano invece si compatta ancor di più preparandosi ad una seconda frazione molto più simile ad una battaglia che ad una partita di rugby. Il Riviera inizia spingendo e i suoi attacchi si fanno sempre più pericolosi. I giocatori della formazione di Mira vanno in meta per il 28-19. Poi un piazzato di Nicola Pavin regala ai verdeblù il 28-22. Dopo la meta del 28-27, sarà proprio il numero 10 ospite a sbagliare il calcio del sorpasso. Alla chiusura decretata dall’arbitro, il fortino giallorosso esplode in un delirio per la vittoria, con tanto di bonus, conquistata contro una delle squadre favorite di tutto il girone. Il prossimo impegno dei ragazzi di coach Segafredo è in programma il 19 febbraio, sul campo dell’Ofm Lusetti Rugby Trieste.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button