Veneto

Profughi, Fracasso: “Cittadini più avanti dei politici”

“Accoglienza batte paura 9 a 1. Nove cittadini del Nordest su dieci sono infatti per l’accoglienza, diffusa o concentrata in luoghi ben definiti; solo uno su dieci chiede invece il rimpatrio. I veneti si dimostrano così più avanti dei politici che gridano un giorno sì e l’altro pure all’invasione”. Il capogruppo del Pd in Consiglio regionale, Stefano Fracasso, interviene così sul tema dell’accoglienza profughi in Veneto, anche a seguito della pubblicazione sul Gazzettino dei risultati del sondaggio curato da “Demos & Pi” che indica come il 54% degli intervistati sia favorevole all’accoglienza diffusa e il 31% preferisce invece che vengano individuati dei luoghi in cui concentrare i profughi. Solo il 10% si esprime per il rimpatrio.

“Dietro i numeri c’è la conferma che la solidarietà, spesso silenziosa, vince sulle paure e sugli slogan urlati – aggiunge Fracasso -. Il Veneto è una terra che ha l’immigrazione nella propria storia: anche per questo i veneti non vogliono muri, ma con responsabilità chiedono una gestione regolata e rigorosa. In questo senso, è importante che il ministro Minniti abbia dato un nuovo indirizzo in cui l’accoglienza va insieme a sicurezza e rigore. I sindaci del ‘no’ rivedano le loro posizioni e collaborino con le prefetture per dare vita a quell’accoglienza diffusa che è un modello che tutela anche le comunità che ospitano. I cittadini stanno dimostrando di avere più coraggio e più buon senso di quei sindaci che finora hanno scelto la chiusura, scaricando il peso dell’emergenza sugli altri”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare...
Close
Back to top button